Palermo: intasca una tangente, arrestato e sospeso dal partito deputato regionale Pd

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:33

Arrestato con la tangente in mano. Giuseppe Vitrano, avvocato e deputato regionale siciliano del Pd, è stato tratto in arresto ieri sera dalla polizia in pieno centro a Palermo perchè sorpreso ad intascare una presunta mazzetta da 10mila euro, consegnatagli da un imprenditore del settore fotovoltaico (lo stesso che l’ha denunciato) per accelerare i tempi del disbrigo di una pratica.

Vitrano, che all’Ars svolge il ruolo di deputato segretario e di componente della commissione ‘Attività produttive’, era stato eletto nel 2008, per la terza legislatura, con 13450 preferenze.

L’accusa di concussione, non ancora formalizzata dal giudice nei confronti del politico, fa intanto scattare le prime sanzioni nel partito e nell’Assemblea regionale, dove a Vitrano dovrebbe subentrare Salvino Pantuso, il primo dei non eletti del Pd a Palermo.

“Esprimo piena fiducia nei confronti della magistratura. In attuazione dello Statuto e del Codice Etico l’onorevole Gaspare Vitrano è sospeso dal partito”, riferisce il segretario regionale del Partito Democratico siciliano Giuseppe Lupo, commentando la notizia dell’arresto per concussione del deputato regionale del Pd.

La dura presa di posizione di Lupo fa eco a quella del capogruppo del Pd all’Ars, Antonello Cracolici, che in un commento a caldo rilasciato a Live Sicilia, aveva dichiarato: “Siamo un partito che ha delle regole e quindi accerteremo e valuteremo nelle prossime ore. Ma credo che la sospensione non possa che essere un atto immediato”.

”Chi sbaglia paga: è una regola severa che il Pd applicherà senza nessuna titubanza. Un imprenditore che denuncia è un valore. La denuncia e la selezione della classe dirigente sono la via maestra per stroncare la nefasta intermediazione nel rapporto con la pubblica amministrazione”, è invece il commento alla vicenda fornito dal senatore del Pd Giuseppe Lumia, componente della Commissione parlamentare antimafia. “Si conferma, inoltre – aggiunge Lumia -, che l’azione di bonifica avviata dal prefetto Giosuè Marino nel settore delle energie alternative è stata quanto mai necessaria”.

Raffaele Emiliano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!