Milan-Bari 1-1: Allegri rimprovera i suoi, Mutti guarda avanti

MILAN-BARI 1-1. Il Milan ha pareggiato per 1 a 1 la gara di ieri giocata in casa contro il Bari, e deve quindi rimandare i suoi propositi di allungo sull’Inter. In vantaggio erano passati i Galletti, grazie al gol segnato da Rudolf al 38’ sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Almiron. Il pari del Milan è arrivato all’82’, grazie al gol messo a segno da Antonio Cassano. Tra i due gol c’è stata anche l’espulsione di Ibrahimovic, che al 73’ ha dovuto lasciare il terreno di gioco per aver colpito con un pugno allo stomaco Rossi del Bari.

A fine gara i commenti dei due tecnici sono stati i seguenti.

Allegri del Milan ha dichiarato questo ai giornalisti che lo intervistavano: “Sapevamo che non era una partita vinta in partenza, e l’abbiamo complicata giocando un brutto primo tempo. Sono partite in cui devi avere la sicurezza difensiva, e invece sul gol del Bari ci siamo un po’ addormentati. Nell’intervallo ho detto di cominciare a giocare, di allargare il gioco, mantenendo quella serenità che serve per affrontare una partita di calcio. C’è comunque amarezza e dispiacere, perché questa settimana abbiamo giocato due partite ottime, anzi diciamo una e mezza visto il primo tempo di oggi, raccogliendo meno di quanto potevamo raccogliere. Ibra nervoso? Secondo me era abbastanza tranquillo, ha cercato di tornare al gol su azione che gli manca da un po’ di tempo, non c’è riuscito ma deve rimanere sereno e tranquillo. Ha fatto tantissimo per il Milan e sta facendo tanto, possono capitare questi periodi, ma non deve innervosirsi”.

Mutti del Bari ha invece rilasciato questi commenti sul match a fine gara: “Un pensierino al colpaccio l’avevo fatto. Eravamo infatti in superiorità numerica, e probabilmente c’erano anche le condizioni per poter portare a casa la vittoria. Però c’è da dire che i ragazzi hanno tenuto fino a quando hanno potuto, nonostante la forte pressione del Milan. Alla fine il pareggio è giusto. Ci rendiamo però conto che la nostra classifica è veramente difficile da rimediare, ma finché abbiamo anche un barlume di speranza, abbiamo il dovere morale di far bene in queste 9 partite per la società e i tifosi”.

Simone Lo Iacono