Calciomercato Milan: Ganso, Marcelinho o Kakà per la trequarti

CALCIOMERCATO MILAN – Che il Milan sia terra di brasiliani è risaputo ormai da tempo, ed è proprio dal Brasile che arrivano voci per il prossimo mercato rossonero. L’obbiettivo numero uno è il trequartista centrale, ruolo lasciato vuoto dalla partenza di Kakà nel 2009. Ci hanno provato Ronaldinho e Clarence Seedorf a sostituire l’ex numero 22, ma i risultati non sono stati soddisfacenti, tanto da costringere gli allenatori rossoneri a provare altri moduli. Per questo i dirigenti di via Turati si sono già mobilitati per trovare il futuro Kakà e i nomi sul taccuino sembrano essere tre, naturalmente tutti carioca: Ganso, Marcelinho e…Kakà.

GANSO E MARCELINHO, TALENTI PREDESTINATI – Il Brasile è sempre stata terra di talenti e la nuova generazione propone giovani di grandi prospettive, su tutti i nomi di Ganso e Marcelinho che hanno suscitato l’interesse di mezza Europa. Il Milan è alla finestra, e come accadde con Pato, è pronto ad aggiudicarsi almeno uno dei due talentuosi trequartisti. Ganso, classe 89 e di proprietà del Santos, è stato proposto ai rossoneri dall’ex Cafù, ma l’affare sembrerebbe tutt’altro che semplice a causa dell’elevato costo del cartellino che si aggira intorno ai 25/30 milioni di euro. L’Inter e il Chelsea sembrerebbero in leggero vantaggio, per il semplice fatto che entrambe le società non avrebbero problemi a sborsare cifre che attualmente Galliani e Berlusconi non potrebbero assicurare. Molto più accessibile invece è la pista che porta a Lucas Marcelinho, 18enne trequartista del San Paolo messosi in luce nell’ultimo Mondiale Under 17. Il costo dell’intera operazione non dovrebbe presentare veri e propri rischi per il bilancio rossonero, considerando anche la giovane età del talento carioca ed il roseo futuro che gli si presenta davanti.

L’ALTERNATIVA E’ KAKA’ – Il terzo nome fatto negli ultimi giorni è quello di Ricardo Kakà. L’ex rossonero attualmente in forza al Real Madrid sembrerebbe in procinto di lasciare la Spagna dopo il periodo non esaltante, e il ritorno a Milano potrebbe essere una soluzione gradita. Negli ultimi due anni il club del “diavolo” non ha trovato un valido sostituto all’asso brasiliano, e per questo per colmare il vuoto lasciato proprio dall’ex numero 22 si sta pensando ad un ritorno del figliol prodigo. I tifosi del Milan che non l’hanno mai dimenticato attendono con ansia anche se i più scettici temono un ritorno del caso-Shevchenko, che dopo essere andato al Chelsea è ritornato senza entusiasmare più di tanto.

Giuseppe Carotenuto