Un matrimonio pieno di gadget

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:20

 

GRATTA E VINCI REALI – Il matrimonio dell’anno tra il principe William di Widsor e la bellissima e ‘normalissima’ giovane Kate Middleton è previsto per il 29 aprile 2011.

Subito dopo aver ricevuto l’annuncio ufficiale del rito, i negozi britannici, i centri commerciali e i commercianti di strada, si sono riempiti con gadget riguardanti i due piccioncini. Bicchieri, piatti, tovaglioli e posate tutti con la stampa di una fotografia di Kate e Wills. Molte le t-shirt commemorative con la data del matrimonio stampata in bella vista. Addirittura la riproduzione, in mille materiali, dell’anello che il giovane principe ha regalato alla sua amata. Per non parlare del concorso organizzato per trovare una degna sosia della futura sposa, con vestito blu, coda di cavallo e riproduzione del brillocco a far da contorno.

Oggi, con grandissime critiche, arrivano pure i gratta e vinci. L’ultimo gadget sponsorizzato, prima del lieto evento è un pacchetto di cards, raffigura le corone e i colori della bandiera britannica. Questo costa 3,99 £, quasi 4,6 6€. Per ogni bustina ci sono dieci cards e grattando, nell’apposito spazio, si scoprono domande generiche sulla Gran Bretagna, come la storia, la geografia e la cultura generale. Si chiamano ‘Britannia Scratch Trivia’.

Nulla di scandaloso, se non per il fatto che a promuovere il nuovo meccanismo, generatore di soldi, ci sia la famiglia della sposa. La famiglia Middleton da anni gestisce un sito internet, molto seguito dai britannici, per organizzare party, con la fornitura che va da i piatti e tovaglie, agli inviti e gli abiti in maschera. Nel sito c’è anche la sezione ‘Best of British’, offre tutti gli accessori per una tradizionale festa di strada: cappelli, tazze, e molti altri oggetti con la classica e britannica ‘Union Jack’.

‘Party Pieces’ è un sito molto frequentato e i servizi che offre sono molto richiesti. La famiglia, quasi reale, è stata spesso messa sotto il mirino dal popolo inglese per questo tipo di attività moderna, soprattutto perché accettano di buonissimo occhio la ragazza, già paragonata a Lady Diana, madre di William, vedendola come una ragazza del popolo. Per cui quando ci sono iniziative che sembrano essere a scopo di lucro, da parte della famiglia Middleton, i cittadini inveiscono e cominciano a criticare tutte queste iniziative. Speriamo che il giorno del matrimonio, non facciano qualcosa di criticabile aglio occhi della gente, che in quegli istanti osannano la loro ‘principessa’.

Tiziana Di Cicco