Manchester United, maxi squalifica per Ferguson

MANCHESTER UNITED, FERGUSON – E’ di ben cinque giornate la squalifica inflitta a Sir Alex Ferguson per aver insinuato parzialità nella direzione di gara del fischietto Martin Atkinson durante la gara del Manchester United in casa del Chelsea.L’incontro si è concluso con il punteggio di 2-1 in favore dei Blues, dopo che lo United era passato in vantaggio con una rete di Rooney. Il consueto aplomb inglese, proprio di Ferguson, stavolta non ha retto alla rabbia dettata da una sconfitta in rimonta contro il Chelsea di Ancelotti. Sir Alex, che già alla designazione dell’arbitro aveva espresso i suoi dubbi sulle capacità di Atkinson, ha rincarato la dose dopo il triplice fischio, accusando l’arbitro di scarsa personalità e di parzialità. Accuse infamanti, quindi, contro la giacchetta nera, che non sono sfuggite alla commissione disciplinare della Football Association che ha inflitto al tecnico inglese ben cinque giornate di squalifica,  di cui quattro da scontare in campionato e una nella semifinale di andata dalla FA Cup contro i cugini del City.

L’arbitro durante l’incontro assegnò un rigore dubbio al Chelsea e cacciò Vidic nel finale per doppia ammonizione, episodi che il tecnico non è riuscito a mandar giù.
Non è riuscito, neanche, a ritrattare le sue parole il tecnico inglese, dopo il deferimento scattato immediatamente dopo il termine dell’incontro. Sostenendo con vigoria che le sue accuse fossero più che fondate, Ferguson ha ritenuto di voler difendere con questo dire i suoi giocatori. Oltre al danno la beffa infine: alla sconfitta sul campo della squadra di Ancelotti e alle cinque giornate di squalifica va aggiunta anche una multa di 35 mila euro.
Sir Alex ha adesso 48 ore per presentare appello.

Rosario Amico