Hell in the Cave, l’Inferno di Dante rivive nelle Grotte di Castellana

Da domani, sabato 19 marzo, l’Inferno dantesco rivivrà nelle Grotte di Castellana grazie ad uno spettacolo che, unendo danza, voci, suoni e luci, trasformerà l’ambiente naturale in spazio scenico. Hell in the Cave. Versi danzanti nell’aeree fosco è il progetto multimediale che per tutto il 2011 racconterà le suggestioni della prima cantica della Divina Commedia, senza stravolgere i versi ma amplificandone l’effetto grazie all’utilizzo di impianti audio-luci, curati dalla società che illumina la Cappella Sistina, la tecnologia dei supporti scenici aerei, i costumi e la colonna sonora originale.
Attori, ballerini e acrobati vestiranno i panni dei dannati e dei demoni per accompagnare il pubblico tra l’amore, l’invidia, la sete di denaro, la lussuria degli antri infernali, da Caronte a Paolo e Francesca, Ciacco, Ulisse, il conte Ugolino, e coinvolgerlo nelle loro pene.
L’iconografia dantesca verrà riprodotta attraverso una libera interpretazione dei personaggi presenti che si allontana dalle famose illustrazioni di Dorè. L’unica figura in abiti umani sarà, infatti, quella di Lucifero.
Un tunnel sotterraneo collegato alla Grave, la caverna d’accesso alle Grotte di Castellana, guiderà gli spettatori attraverso una porta parlante fin nelle tenebre della “città dolente”.

Valentina De Simone