Inter, Moratti ed il sorteggio di Champions: “Spero di non trovare il Real di Mou”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50

INTER, MORATTI. Tra poche ore la sua squadra conoscerà il cammino che dovrà affrontare per arrivare alla Finale di Wembley del 28 maggio. Massimo Moratti però spera nella clemenza dell’urna di Nyon, e per questo motivo si augura di non incontrare già nei Quarti di Finale il Real di Mourinho, l’allenatore che lo scorso anno portò allo straordinario Triplete nerazzurro. Intervenuto nel corso di una serata di beneficenza organizzata da Samuel Eto’o, il patron nerazzurro si è augurato di non incontrare nei Quarti di Finale il Real Madrid di Mourinho. “Un Quarto di Finale Inter-Real Madrid? Né io né Mourinho vorremmo questa partita; speriamo quindi che ci capiti un’altra squadra“. Massimo Moratti che ha quindi sposato a pieno il pensiero di Mou, che dopo la gara vinta contro il Lione aveva detto ad alcuni giornalisti di volere l’Inter “Solo in finale e, per l’occasione, io, Leonardo e Moratti dovremmo sederci uno accanto all’altro“. Sul sorteggio di Nyon in programma alle 12:00 di oggi, il presidente nerazzurro ha poi aggiunto: “E’ sempre necessario avere una squadra che ti motivi, ma non sarebbe male anche incontrare qualcuno che ti faccia rilassare un po’; in realtà non c’e’ nessuno di rilassante, chi capita capita, noi non decidiamo“.

ETO’O: “A MONACO C’ERA LO SPIRITO GIUSTO”. Di Champions e di campionato ha parlato ieri anche Samuel Eto’o, l’ideatore della serata di beneficenza alla quale ha partecipato quasi tutta la Milano che conta. L’attaccante camerunense ha voluto commentare di nuovo il successo in casa del Bayern, dicendo che “Col Bayern è stato bello vedere tutti compatti e uniti per compiere una grande impresa. Ma non dovrà rimanere un caso isolato. Questa voglia di vincere non basta utilizzarla contro una formazione con giocatori importanti. Dovremo mostrarla anche a partire da domenica, quando giocheremo contro il Lecce“. Poco prima di congedarsi Eto’o ha anche mandato un saluto al suo ex-compagno di squadra Abidal, che in queste ore è finito sotto i ferri per vincere un tumore al fegato. “Sono molto credente– ha detto l’attaccante interista poco prima che iniziasse la serata di beneficenza –Prego quindi Dio affinché stia accanto ad Abidal e alla sua famiglia“.

Simone Lo Iacono

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!