Quante volte ci si innamora nella vita?

Nella vita esistono domande che sono destinate a rimanere prive di risposta. La maggior parte di tali domande riguarda l’universo dei sentimenti e delle emozioni umane, che poco hanno a che fare con quella razionalità che proverbialmente distingue l’uomo dalla bestia.

Quando ci si ritrova a vivere la fine di un rapporto di coppia, quando ci si innamora, quando si ha paura di amare oppure quando ci si accorge di non amare più, si è soliti porsi quel tipo di domande che sono al tempo stesso inutili ed indispensabili: sono inutili perché non portano a nulla se non ad altri dubbi, ma indispensabili perché aiutano indiscutibilmente la persona che se le pone a crescere, a conoscersi ed a capirsi. Una delle domande che ci si pone in certi momenti riguarda il numero di volte in cui, durante la propria esistenza, è possibile entrare a contatto con il sentimento per antonomasia: l’amore.
Quante volte ci si innamora nella vita? Molti simpatici burloni ed alcuni inguaribili romantici hanno azzardato ipotesi prive di fondamento. Alcuni credono che nella vita ci si innamori una sola volta, altri credono che ci si innamori due volte, altri ancora tre…insomma…ognuno ha una sua teoria a proposito. Il punto è…cosa c’è di vero in tutto questo? È davvero possibile stabilire con rigore scientifico quanto l’essere umano sia destinato ad amare in vita sua? La risposta, probabilmente, è no, eppure non basta. Non basta perché l’essere umano è solito porsi in giovinezza quelle domande alle quali saprebbe rispondere solo in punto di morte, perché gli uomini e le donne hanno più bisogno di dubbi esistenziali che di certezze per andare avanti. Probabilmente ad ognuno di noi dovrebbe essere sufficiente il fatto di sapere che ci si innamora, semplicemente. C’è chi si innamora a sedici anni della stessa donna che gli sarà accanto ad ottanta e chi a quarant’anni ha già alle spalle due matrimoni finiti. Nessuno di noi sa quanto amerà in vita propria, ma probabilmente noi abitanti di questa porzione di mondo siamo tutti(o quasi) destinati ad amare. Semplicemente.

M.C.