Oscar Tv: Belen Rodriguez è il personaggio rivelazione dell’anno

belen rodriguez
Oscar Tv, Belen rivelazione dell’anno. Belen Rodriguez è il personaggio televisivo rivelazione dell’anno. Oltre cinque milioni di telespettatori hanno seguito la diretta televisiva degli Oscar Tv, il Premio Regia Televisiva nato cinquant’anni fa e assegnato al Teatro Ariston. “E’ stato un anno magico, il Festival mi ha permesso di esprimermi al meglio”, ha affermato entusiasta la bella soubrette argentina. Il Festival di Sanremo 2011, condotto da Gianni Morandi, Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Elisabetta Canalis e la stessa Belen, è il uno dei dieci programmi tv vincitori della serata. La Rodriguez continua a cavalcare il suo momento d’oro, pressoché ininterrotto dal secondo posto a L’isola dei famosi 2008, vinta da Wladimir Luxuria. Vista anche nella nuova e seguitissima serie de Il commissario Montalbano, al fianco di Luca Zingaretti, la compagnia del contestato Fabrizio Corona ha saputo destreggiarsi, sul palco dell’Ariston, nella conduzione, nel ballo e nel canto, offuscando anche la figura di Elisabetta Canalis, forte dell’unione ad alto tasso di gossip con il premio Oscar George Clooney, ma un po’ deludente alla sua prova televisiva più importante.

Gli altri vincitori. Tra i dieci programmi vincitori dell’Oscar Tv, il migliore, scelto da un televoto, è Ti lascio una canzone di Antonella Clerici. Statuette anche per Claudio Bisio e Luciana Littizzetto, rispettivamente miglior personaggio dell’anno maschile e femminile. Migliore fiction per La leggenda del bandito e del campione, con Beppe Fiorello, miglior telegiornale dell’anno al TgLa7 di Enrico Mentana. Nota critica dal patron Daniele Piombi, che lamenta un’offerta televisiva deludente, dal punto di vista delle novità: “Se questa è la tivù non c’è più bisogno di premiarla. Da dieci anni vincono sempre gli stessi, non ci sono più le novità. Il Premio ha superato i 50 anni ma la qualità è andata indietro, e alla fine vincono le trasmissioni meno brutte. Non c’è innovazione, come per Report con i cronisti freelance che fanno le inchieste. Mi piacciono anche Le Iene e Niente di personale”.

Carmine Della Pia