Pagelle Juventus-Brescia: Del Piero illuminante, Krasic propositivo

PAGELLE JUVENTUS-BRESCIAJuventus (4-4-2): Buffon 5,5: Un’uscita da brividi nei primi minuti, poi il patatrac in collaborazione con Chiellini che spalanca la porta a Eder.Sorensen 6: Partenza con qualche affanno di troppo, soprattutto quando dalle sue parti si aggira Eder. Pian piano si riprende e chiude la corsia.

Bonucci 6: Preferito a Barzagli, tiene la posizione in mezzo alla difesa e fa la sua parte, senza particolari sbavature.Chiellini 5: Ancora impreciso, come a Cesena. Rischia il rosso in avvio, poi si beffare da Eder (non proprio un gigante) in occasione del pareggio ospite.Traoré 6: Finché si preoccupa di proteggere la fascia le cose vanno bene. Quando prova a spingere è impreciso nei cross (22′ st Barzagli s.v.).Krasic 7: Torna finalmente ad essere propositivo (quasi) come ad inizio stagione. Firma un gol d’autore a metà primo tempo, ne sbaglia un altro a inizio ripresa.Aquilani 5,5: Si vede che sta provando a ritrovarsi, ma è ancora lontano da quello di qualche mese fa. Alterna qualche buona apertura a lunghi passaggi a vuoto.Marchisio 6: Non è certo un mastino di centrocampo, ma corre come un matto intercettando palloni preziosi e dando sostanza al centrocampo.Pepe 6,5: In ripresa, spinge senza soluzione di continuità per 90′ sulla corsia mancina, regalando anche qualche spunto di pregevole fattura.Del Piero 7,5: Come a Cesena dà alla Juve quella classe di cui si sente tanto la mancanza. Tante giocate di qualità fino al gol da cineteca che decide l’incontro (43′ st Martinez s.v.).Matri 5,5: Ha il merito di servire a Krasic l’assist che vale il primo gol. Per il resto si vede poco (37′ st Toni s.v.).All. Del Neri 6,5: Punta nuovamente su Del Piero e il capitano gli dà ragione, decidendo di fatto la partita. Nonostante un Brescia in piena emergenza, la Juve corre ancora troppi brividi in fase difensiva.

Brescia (3-5-1-1)Arcari 6: Un paio di interventi non trascendentali, sui gol poteva fare davvero poco. Zoboli 6: Si batte senza lesinare energie ed ha spesso la meglio su Matri. Mareco 5: Troppo falloso sin dai primi minuti, si becca due gialli molto ingenui e lascia i suoi in dieci a metà ripresa. Accardi 5,5: Gara ruvida, la mette sempre sul piano del fisico. Quando Krasic lo punta, però, son dolori. Zambelli 6,5: Uno dei più propositivi, tiene botta sull’out di destra e quando può prova qualche incursione. Kone 5,5: Prova qualche giocata di qualità, ma lentamente scompare e finisce per essere poco presente nel vivo della manovra lombarda (31′ st Baiocco s.v.). Cordova 5,5: Non è al meglio e si vede. Da una sua dormita nasce il primo gol bianconero (13′ st Lanzafame 5,5: Si vede pochissimo). Vass 6,5: Uno dei più attivi, soprattutto dal punto di vista dinamico. Regala ad Eder il pallone del momentaneo pareggio. Daprelà 5,5: Partenza discreta, poi è costretto a contenere e soffre le accelerazioni di Krasic. Diamanti 5: Vaga per il campo alla ricerca della posizione migliore, senza trovarla. Da uno come lui ci si aspetta molto di più (32′ st Jonathas s.v.). Eder 7: In campo per lo squalificato Caracciolo, fa un figurone, mettendo da solo in crisi la retroguardia di Del Neri. Firma di testa il gol dell’1-1, ne sfiora un altro con una sventola da fuori a inizio ripresa. All. Iachini 6: Nonostante l’emergenza totale il suo Brescia fa una buona gara, soprattutto nella prima parte. La prodezza di Del Piero e l’espulsione di Mareco gli rovinano i piani.

Pier Francesco Caracciolo