Pierdavide Carone in concerto a Mestre: un cantautore serio…ma non troppo

NOTE ITALIANE – Il palco del teatro Toniolo di Mestre ha ospitato il concerto del cantautore Pierdavide Carone, nell’ambito della diciannovesima edizione della rassegna Note Italiane. L’evento musicale organizzato dal Comune di Venezia, Attività e Produzioni culturali in collaborazione con Venezia Spettacoli, ha presentato negli scorsi mesi anche le performance di Max Gazzè e Gianluca Grignani. Note italiane si concluderà il 14 aprile con la reunion di Aldo Tagliapietra, Tony Pagliuca e Tolo Marton a distanza di 35 anni dalla pubblicazione dell’album Smogmagica. La scelta degli organizzatori di inserire un giovane artista tra nomi già affermati da tempo in una rassegna dedicata alla musica d’autore si è rivelata molto coraggiosa: molto spesso infatti chi ha partecipato ai talent show televisivi viene accolto con una certa diffidenza dalla critica e dal pubblico più maturo e da chi frequenta i teatri con regolarità per assistere ai concerti dei cantautori italiani affermati da tempo. Il rischio di giudicare Pierdavide Carone solo come frutto di un fenomeno mediatico a causa della giovanissima età di un’ampia parte del pubblico purtroppo esiste. Sarebbe però un grande errore fermarsi alle apparenze.
Fin dai primi minuti del concerto risulta chiaro che Carone non è un semplice prodotto commerciale plasmato da una casa discografica per vendere sfruttando la popolarità regalata dal piccolo schermo ma, nonostante abbia solo ventidue anni, il cantautore ha una forte personalità artistica, un’ottima preparazione come musicista e sa alternare con successo atmosfere rock e jazz ai momenti più melodici. Tra i brani presenti nella scaletta del concerto sono stati inseriti anche dei momenti più recitati ed improvvisati, grazie alla collaborazione con i musicisti, che regalano qualche risata e fanno divertire sopratutto il pubblico più giovane.
Le canzoni inserite nella scaletta del concerto del Distrattamente Tour svoltosi a Mestre portano alla luce il talento nella scrittura del cantautore che sa raccontare con ironia e il giusto equilibrio tra partecipazione e distacco la società contemporanea, oltre a dare voce a sentimenti più personali e romantici con semplicità. Il mondo della discografia e il comportamento dei fans sono descritti con umorismo e un pizzico di cinismo in canzoni come Una canzone pop e Distrattamente, la realtà quotidiana della sua Puglia e dei suoi abitanti viene ritratta con grande attenzione per l’attualità e il rispetto della tradizione (attraverso le sonorità tipiche della regione) in Auè, la riflessione più personale è al centro dell’emozionante Un clown che piange. Ci sono poi le ballate romantiche come La prima volta, Di notte o Guarda caso. I momenti più disimpegnati sul palco sono quelli in cui vengono eseguite la divertente Il ballo dell’estate e la cover di Shampoo di Giorgio Gaber, canzone che ben si adatta alle caratteristiche di Pierdavide che possiede un naturale talento nel raccontare e parlare di argomenti spesso complessi e difficili attraverso la quotidianità e l’ironia.
Le circa due ore di concerto trascorrono in fretta e piacevolmente. Il numeroso pubblico esce dal teatro Toniolo soddisfatto: i giovanissimi hanno avuto un’occasione per acclamare il loro beniamino e i più grandi, nonostante fossero a tratti un po’ disorientati dal grande entusiasmo delle fans più accalorate, ne hanno apprezzato anche la capacità di scrittura che scivola mai nella banalità. Pierdavide Carone si conferma come uno dei giovani cantautori più promettenti sulla scena italiana e sarà interessante vedere come continuerà il suo percorso artistico nei prossimi anni.

DISTRATTAMENTE TOUR – Il Distrattamente Tour segue la messa in vendita dell’album Distrattamente (Sony Music), pubblicato a novembre, che contiene dieci brani e continua il percorso iniziato con il disco Una canzone pop, presentato dopo la sua partecipazione alla nona edizione del programma televisivo Amici dove si è classificato in terza posizione e ha conquistato il Premio della critica. Il tour proseguirà il 26 marzo al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, per poi proseguire il 07 maggio a Brescia (PalaEIB), sul palco del Teatro Creberg di Bergamo il giorno successivo, gratuitamente in Piazza Garibaldi a Massafra (TA) il 09 maggio e a Serramanna (CA) il 28 maggio  durante la Festa di Sant’Ignazio. Le prevendite per i concerti a pagamento sono aperte online sui siti di TicketOne, BookingShow e Greenticket e nelle prevendite abituali. Tutte le informazioni sulle prossime date del Distrattamente Tour sono consultabili sul sito ufficiale di Pierdavide Carone.
Sul palco, insieme a Pierdavide, ci sono Domenico Antonacci (percussioni), Giuseppe Sblendorio (chitarra), Cosimo De Bartolomeo (tastiere), Pietro Notarnicola (batteria) e Vito Astone (basso).

Beatrice Pagan