Serie A, Bari-Chievo 1-2: Moscardelli e Pellissier, clivensi in festa

BARI-CHIEVO 1-2 – Era ora ora di tornare a vincere e il Chievo lo ha fatto, sbancando il “San Nicola” e spingendo sempre più il Bari verso la Serie B. La firma sul successo la mettono Moscardelli e Pellissier che regalano tre punti fondamentali a Pioli. Nel risultato finale di 1-2 c’è anche il sigillo del momentaneo pari di Ghezzal.

BARI PADRONE, MA E’ BOTTA E RISPOSTA – L’avvio è tutto barese: Almiron spadroneggia in mediana e mette, più volte, i compagni nelle condizioni di far gol. Ma è tutto inutile: prima Bentivoglio, poi Rudolf e Huseklepp non riescono a trafiggere Sorrentino. Ci prova anche Belmonte ma senza successo.
E così, su un capovolgimento di fronte, è il Chievo a passare in vantaggio: Pellissier approfitta di una dormita della retroguardia barese e punisce Gillet. Siamo al 38′.
Passano due minuti e Ghezzal, su rigore, acciuffa il pari. La squadra di Mutti è ancora viva.

MOSCARDELLI MATCH-WINNER – Ad inizio ripresa un passaggio insensato di Almiron mette in difficoltà Codrea: ne approfitta Moscardelli che sigla il 2-1 con un bel cucchiaio. E’ l’episodio che taglia le gambe al Bari e sigilla la partita: i tanti cambi (da ambo le parti) non portano a nulla di importante.
Qualche occasione la ha il Chievo, in contropiede, ma Uribe e Constant non segnano.
Finisce 1-2: il Chievo tira un sospiro di sollievo; il Bari finisce contestato. Non è una novità.

MUTTI DELUSO, PIOLI SODDISFATTO – Il tecnico dei “galletti”, Bortolo Mutti, analizza così la prestazione dei suoi: “Abbiamo distrutto il lavoro di tutta la settimana con due errori pazzeschi. Avevamo disputato un ottimo primo tempo, poi ci siamo suicidati. Abbiamo pagato due nostre mancanze. Perdere così fa male”. L’allenatore del Chievo, Pioli, è soddisfatto della prova dei suoi ragazzi: “Sono tre punti importanti ma nulla è ancora definito. Non guardiamo la classifica, non dobbiamo cullarci“. E sull’espulsione: Non avevo offeso nessuno. E’ strana”.

IL TABELLINO: BARI-CHIEVO 1-2

Bari (4-3-3): Gillet; A. Masiello, Glik, Belmonte, Rossi; Almiron, Codrea (56′ Alvarez), Bentivoglio; Huseklepp (56′ Okaka), Rudolf (65′ Castillo), Ghezzal.
A disp.: Padelli, Rinaldi, Donati, Gazzi.
All.: Mutti.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Frey (47′ p.t. Sardo), Mandelli, Morero, Jokic; Fernandes, Guana (50′ Rigoni), Constant; Bogliacino; Pellissier (77′ Uribe), Moscardelli.
A disp.: Squizzi, Marcolini, Granoche, Thereau.
All.: Pioli.

Marcatori: 38′ Pellissier (Ch), 40′ rig. Ghezzal (Ba), 49′ Moscardelli (Ch).

Ammoniti: Rossi (Ba); Fernandes, Rigoni, Guana (Ch).

Espulso: 86′ Pioli (All. Chievo) per proteste.

Arbitro: Gervasoni di Mantova.

Edoardo Cozza