Modena, marito geloso uccide moglie a coltellate

Delitto passionale in Emilia Romagna. Giuseppa Caruso, 45enne dipendente del Comune di Carpi (Modena), è stata uccisa questa mattina all’alba dal marito, che le ha tolto la vita utilizzando un coltello. L’assassino è il 41enne Dario Solomita: gli inquirenti ipotizzano che all’origine del folle gesto ci sia stata una litigata provocata, si suppone, dalla gelosia dell’uomo. E’ stato lo stesso marito a chiamare gli uomini della Polizia per poi confessare l’omicidio. La figlia della coppia, una bambina di 9 anni che probabilmente al momento dell’omicidio stava sempre dormendo, è stata affidata per il momento ai nonni materni. Guidate e coordinate dal sostituto procuratore Marco Niccolini, le forze dell’ordine si sono messe al lavoro per ricostruire al meglio l’intera vicenda e verificare l’attendibilità della versione fornita dal marito.

Relazione complicata. L’omicidio è avvenuto attorno alle ore 6.30 in un’abitazione che si trova in via Lama a Carpi. L’aggressione dell’uomo sarebbe stata improvvisa e violenta, conclusasi infine con alcune letali coltellate. Pochi istanti dopo, probabilmente resosi conto di quel che aveva fatto, Solomita ha avvertito la polizia e si è costituito. I poliziotti lo hanno condotto presso il commissariato di Carpi, dove è stato sottoposto ad un interrogatorio riguardante – tra le altre cose – il rapporto che aveva negli ultimi tempi con la donna. Che le cose tra il marito e la moglie non andassero bene lo si era capito già da qualche giorno. Pare, infatti, che la donna avesse modificato il proprio profilo Facebook già giovedì scorso, mutando la propria ‘situazione sentimentale’ da ‘sposato’ a ‘relazione complicata’. Il sindaco di Carpi, Enrico Campedelli, che conosceva la donna, è sgomento. “Giuseppa si era fatta apprezzare e stimare dai colleghi per il suo lavoro”, ha detto il primo cittadino. “Siamo attoniti per quanto è successo”.

Gianluca Bartalucci