Uefa, rieletto Platini

Uefa, Platini – Le 53 federazioni calcistiche affiliate alla Uefa e riunite a Parigi per scegliere il nuovo presidente hanno rieletto l’ex giocatore di Saint-Etienne e Juventus Michel Platini. Per il francese si tratta del secondo mandato dopo la prima elezione datata 2007, anno in cui prese il posto dello svedese Johansson. Il meeting si era aperto proprio con le parole di Platini vote a sottolineare il lavoro svolto in questi ultimi anni dalla più alta carica del calcio europeo: “Abbiamo condotto riforme per combattere il razzismo negli stadi, ma anche intensificato la lotta al doping. Abbiamo deciso di attaccare il complesso problema della corruzione legata al calcio scommesse e in questo senso è stata adottata una politica di tolleranza zero verso giocatori, arbitri e dirigenti”.

“Pensare al calcio che lasceremo ai nostri nipoti” – E’ proprio il fair play finanziario il fiore all’occhiello di Platini che su questo baserà il prossimo mandato: “Nel calcio circolano grandi somme di denaro ma, in particolare, c’è un problema etico che riguarda il modo con cui questo denaro viene gestito e utilizzato. Il fair play finanziario è un progetto fondamentale, che ci consentirà di dare una morale ad alcune pratiche nel calcio. Abbiamo l’importante compito di pensare alla prossima generazione, al calcio che vogliamo lasciare ai nostri figli e ai nostri nipoti. Questo concetto deve salvaguardarci per evitare la scomparsa dei grandi club per una gestione finanziaria azzardata“.

Ultimo mandato per Blatter – Si tratta del secondo mandato per Platini che divenne ufficialmente presidente nel 2007 quando subentrò allo svedese Johansson. Nel corso dell’incontro ha preso la parola anche il presidente della Fifa Joseph Blatter. Il settantacinquenne svizzero ha annunciato che il prossimo sarà il suo ultimo mandato a capo dell’organo che governa il calcio a livello mondiale. La sua carica dura ininterrottamente (essendo stato rieletto per ben 3 volte) dal 1998 anno in cui vinse sull’allora presidente brasiliano Joao Avelange. Queste le sue parole: “Sapete che mi candido per altri 4 anni: saranno gli ultimi. Vi invito a continuare a collaborare con la Fifa e con il presidente. Dobbiamo continuare insieme questa avventura“.

Simone Meloni