Rinnovabili, Saglia: “Verso contingente annuale per fotovoltaico”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:59

Nel decreto che stiamo mettendo a punto per le rinnovabili si va verso una contingentazione annuale per la quantità di fotovoltaico installabile, perché non si può crescere all’infinito dato che il sistema elettrico nazionale non regge. Sono le parole del sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia, che ha, inoltre, spiegato che “il contingente annuale significa anche dare una prospettiva di lungo periodo alle aziende del settore”. Lo stesso Saglia vede come uno degli obiettivi da perseguire quello di “salvaguardare gli investimenti che erano stati programmati con le regole che erano vigenti”. Il tutto anche modificando i termini secondo cui verranno concessi gli incentivi: “La norma – spiega il sottosegretario – adesso prevede impianti in esercizio entro il 31 maggio: bisogna trovare una caratteristica oggettiva. La mia opinione è che se un imprenditore ha fatto un progetto secondo le leggi vigenti, ha acquistato gli impianti e dimostra di aver speso ed investito dei soldi gli deve venire riconosciuta la possibilità di entrare in esercizio”. Insomma, “se uno ha il magazzino pieno di pannelli solari non mi sembra corretto dire che li debba appendere alle pareti”.

Tutelare chi ha investito. Ciò che intende evidenziare Saglia è la necessità che il governo tuteli gli imprenditori che hanno fatto un investimento sul fotovoltaico contando sugli incentivi previsti e che sono venuti meno. “Le fonti rinnovabili – aggiunge – fanno parte della strategia del governo e tutte hanno una prospettiva duratura: io contesto chi dice che il governo non ci punta. Il 90% delle rinnovabili ha norme stabili”. Il sottosegretario allo Sviluppo economico conclude poi affermando che “c’è stata una bolla nel solare che è sotto gli occhi di tutti, stiamo cercando di fare in modo che siano salvati i finanziamenti programmati con le regole che erano vigenti”.

Mauro Sedda

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!