I musicisti di Kate e William

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:10

 

Preparativi reali – trentasei giorni all’attesissimo evento dell’anno: il matrimonio reale del principe William con la bellissima Kate Middleton. Il 29 aprile, infatti, nell’abazia di Westminster sarà celebrato il lieto evento. I neo sposini hanno scelto già il regalo da nozze dalla nonna di William: il congedo per due anni da parte del principe, da tutti gli impegni ufficiali di palazzo inoltre i due da parte degli ospiti gradirebbero come doni di nozze delle donazioni a specifiche associazioni: la prima la ‘The Prince William & Chaterine Middleton Charitable Gift Found’, creata per l’evento e per sostenere cinque cause diverse: sostegno al personale in servizio nell’esercito, alle loro famiglie ed ai reduci; sostegno e patrocinio alle arti ed allo sport, conservazione della natura e aiuto ai bambini ed alle persone anziane. Chi lo vorrà potrà fare un’offerta anche via sms.

Deciso l’abito, deciso il gioiello, in questi giorni è stata scelta anche la musica, in completa libertà i due piccioncini hanno scelto molti musicisti. La loro idea è quela di avere una modernità, ma anche la necessità di mantenere alto il tono, per la tradizione della più antica monarchia parlamentare. Il sito ufficiale della royal wedding ha reso noto che a Westminster si esibiranno il coro della stessa abbazia, diretto da James O’Donnel, il ‘Chapel Royal Choir’, una corale di bambini ed adolescenti. La ‘London Chamber Orchestra’, diretta da Christopher Warren-Green. L’orchestra da camera formata da trentanove elementi, verrà collocata accanto all’organo. La cerimonia sarà rallegrata anche da sette musicisti della fanfara della ‘Central Band of the Royal Air Force’ diretti dal comandante Duncan Stubbs. Claire Jones, l’arpista ufficiale del principe di Galles dal 2007, suonerà sia nell’abazia che al ricevimento offerto dalla regina. Nel 2009 la musicista di ventotto anni ha suonato al matrimonio di Carlo e Camilla, ha dichiarato: Sarà bello, sono molto emozionata e assolutamente onorata”. Trent’anni fa, al matrimonio del principe di Galles e Lady Diana, era stata chiamata a cantare Kiri Te Kanawa, celebre soprano di origine neozelandese. Comunque un totale di ‘soli’ centodue musicisti.

A Londra ormai per l’ultimo week end di aprile è tutto esaurito: gli hotel, che hanno triplicato i prezzi, sono al completo. Stessa cosa per i voli e i treni. Il giornale popolare ‘Mail on Sunday’ ha fatto sapere che il droghiere, il macellaio, il postino e il proprietario del pub ‘Du Bucklebury’ sarebbero stati invitati alle nozze. Un bel mix di ricchezza e poverta, che è davvero apprezzato dal popolo sovrano.

Tiziana Di Cicco