Premio Strega 2011: indiscrezioni e polemiche

Passano gli anni ma il Premio Strega sembra non voler rinunciare a quella consuetudine divenuta col tempo quasi una vera e propria tradizione. A due settimane dalla scadenza per la presentazione dei libri in gara, fissata per il prossimo 8 aprile, infatti, la sola certezza su cui si può sicuramente puntare è che il più prestigioso e chiacchierato riconoscimento letterario italiano non mancherà di proporre, anche in questa 65°edizione, quella proverbiale dose di indiscrezioni e polemiche che da sempre lo contraddistingue.
E tra record di concorrenti, una ventina secondo le anticipazioni di queste settimane, e rumors dell’ultim’ora, è soprattutto sulle candidature che si gioca la corsa alle novità.
Se i piccoli e medi editori hanno già le idee piuttosto chiare, i grandi gruppi devono ancora decidere su chi puntare. Dopo le polemiche e i sospetti di macchinazioni seguiti alla vittoria consecutiva nelle ultime quattro edizioni di Mondadori, le case editrici sembrano caute a rivelare le loro proposte.
Nessuna candidatura ufficiale, infatti, è stata ancora presentata dalla stessa Mondadori che potrebbe puntare su Mario Desiati di cui sta per uscire in questi giorni il romanzo “Ternitti”. Einaudi penserebbe all’esordiente Mariapia Veladiano con “La vita accanto” ma non si escludono neppure Giancarlo De Cataldo con “I traditori” e Andrea Bajani con “Ogni promessa”, già vincitore del Premio Bagutta. In casa Rizzoli si stanno ancora discutendo varie candidature, tra cui la più forte sembra essere quella di Gianrico Carofiglio, con la raccolta “Non esiste saggezza”.
I dodici candidati ufficiali, da cui saranno selezionati i cinque finalisti nel mese di giugno, saranno resi noti ad aprile 2011. La premiazione avverrà invece a luglio.

Valentina De Simone