Rifiuti a Napoli: ferma la discarica di Chiaiano, spazzatura di nuovo in strada

Diversi cumuli di rifiuti cominciano a riaffiorare lungo le strade di Napoli. La causa di quella che potrebbe sembrare (ma non dovrebbe essere) una nuova emergenza è da ricercarsi nello stop forzato che ha dovuto subire negli ultimi giorni la discarica di Chiaiano. Il deposito è infatti reso quasi del tutto inagibile a causa di alcuni lavori di stabilizzazione delle pareti che i tecnici stanno portando avanti. Sono solo 50 le tonnellate di spazzatura che i mezzi dell’Asia (l’azienda cittadina che si occupa della raccolta dei rifiuti) sono riusciti a scaricare nella discarica nella giornata di ieri. Si tratterebbe di un decimo della quantità solitamente depositata.

Funzionanti le altre discariche. Per quanto riguarda gli altri impianti, invece, non ci sono problemi. Anche le discariche che si trovano fuori dalla provincia napoletana stanno infatti ricevendo regolari quantitativi di materiale. Eppure la situazione è tutt’altro che sotto controllo. Il momentaneo stop del deposito di Chiaiano sta provocando diversi disagi soprattutto nelle zone nord e est di Napoli, dove la raccolta non viene effettuata già da alcuni giorni. Persino il centro della città, secondo alcune testimonianze, comincerebbe ad accusare i primi problemi, dal momento che i cassonetti sono più che colmi e la raccolta, anche qui, non procede in maniera regolare. Non si tratta di una questione da sottovalutare, dal momento che la discarica di Chiaiano – che al momento sembra di importanza cruciale ma la cui gestione ha suscitato diverse polemiche e proteste – il 23 giugno dovrebbe chiudere ufficialmente.

Gianluca Bartalucci