Giappone, Zaccheroni torna per un’amichevole di beneficenza

Giappone, Zaccheroni – Due settimane dopo il terribile sisma seguito dallo tsunami che ha distrutto gran parte della zona settentrionale del Giappone Alberto Zaccheroni ha deciso di tornare in terra Nipponica per svolgere il proprio lavoro. L’ex allenatore di Udinese e Milan infatti è da oltre sette mesi alla guida tecnica della nazionale del sollevante con la quale ha conquistato anche una Coppa d’Asia. Zac dirigerà i suoi ragazzi contro una selezione dei migliori giocatori della J-League (la massima divisione del calcio giapponese), l’incontro si svolgerà martedì ad Osaka presso lo “Stadio Nagai” e vi prenderà parte anche l’ ‘italiano’ Nagatomo che espresso il suo pensiero: “Spero che l’incontro possa portare un po’ di allegria, per quanto piccolo, a tutto il Paese, soprattutto nella aree colpite dalla catastrofe”. Il tecnico italiano si è detto molto rattristato per quanto successo due settimane orsono ed ha dichiarato: “Dopo 7 mesi da selezionatore mi sento come a casa mia in Giappone, mi sento giapponese anche io. Quando penso alle vittime del terremoto avverto un senso di devastazione in me, come tutto il paese del resto. Tuttavia il Giappone è una paese che non si ferma mai e guarda sempre in avanti. Vogliamo utilizzare questo mezzo come prima tappa per aiutare il lavoro di ricostruzione“. In questi giorni il mondo del calcio ha dimostrato tutta la sua solidarietà verso il popolo asiatico, non sono mancate le dichiarazioni di affetto e dolore. Gianluigi Buffon ad esempio è apparso molto commosso a tal merito nella conferenza stampa che ha preceduto il match di Lubiana. Anche l’allenatore interista Leonardo (che ha militato dal 1994 al 1996 nei Kashima Antlers) ha espresso la propria vicinanza alle vittime della sciagura mettendosi a disposizione per qualsiasi atto volto ad aiutare le persone che ancora stanno pagando il terribile avvenimento.

Simone Meloni