SBK, Europa: Checa ancora da pole position. Scintille tra Biaggi e Melandri

SBK, Donington – Nonostante il cambio di mese, continente e clima, davanti a tutti vi è ancora Carlos Checa autore della seconda pole position stagionale dopo il dominio in Australia. Il ducatista è riuscito a segnare un 1’28″099 inarrivabile per tutti gli altri, mostrando una forma e competitiva di altissimo livello e rinnovando i sogni mondiali suoi e del team Althea. Nonostante il ritiro della struttura ufficiale, la casa di Borgo Panigale continua ad essere una dei protagonisti delle derivate di serie, grazie anche al quarto tempo del veloce Jakub Smrz, sempre competitivo in termini di run corti. Secondo troviamo l’idolo di casa Leon Haslam, capace di portare la BMW davvero in alto a soli tre decimi dalla vetta. Il vice-campione del mondo 2010 ha davvero del talento ed ovviamente l’obbiettivo è portare a casa almeno una vittoria nelle due gare di domani. Terzo la sorpresa Tom Sykes su Kawasaki che ridà animo ai tecnici giapponesi dopo il tanto lavoro fatto sopra la nuova moto. Restando in tema nipponico in sesta piazza troviamo un Noriyuki Haga particolarmente irritato non per le difficoltà subite in pista, ma per il comportamento tenuto da Max Biaggi. L’italiano infatti ha ostacolato (non si capisce se volutamente o no) il giro veloce di Haga, capace proprio in quell’istante di puntare alle primissime posizioni. Fatto che lo ha rallentato molto, costringendolo a terminare la sessione in una posizione forse non perfetto specchio delle sue reali possibilità. Stesso identico discorso per Marco Melandri, addirittura nono a causa sempre di incomprensioni con Biaggi. Il problema però che la questione si e davvero fatta rovente quando, a termine della sessione, Max si è diretto al box Yamaha innescando un battibecco con Marco, senza disdire un leggero “scappellotto” in faccia. Un brutto gesto da parte di un campione del mondo in carica, ancora protagonista di note poco sportive dopo ben vent’anni di corse. Domani quindi il duello tra i due centauri italiani si preannuncia a dir poco incandescente, anche perchè il pilota punta dell’Aprilia ha concluso solo sesto, quindi in pieno centro gruppo. Prepariamoci a vederle delle belle.  Qui sotto la griglia di partenza.

01- Carlos Checa – Althea Racing
02- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team –
04- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing –
05- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia
06- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing Team –
07- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team –
08- Jonathan Rea – Castrol Honda
09- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team
10- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport
11- Michel Fabrizio – Team Suzuki Alstare
12- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team –
13- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team
14- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing
15- Maxime Berger – Supersonic Racing Team
16- Ruben Xaus – Castrol Honda
17- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia
18- Roberto Rolfo – Team Pedercini
19- Mark Aitchison – Team Pedercini

Riccardo Cangini