Treviso, denunciato falso dentista

Smascherato un nuovo caso di esercizio abusivo della professione medica. La Guardia di Finanza ha scoperto un falso dentista che operava illegalmente a Treviso. I militari hanno scoperto che, nonostante non fosse in possesso del titolo professionale per svolgere la professione nè di una laurea in materia, M.P., un uomo di 45 anni, odontotecnico di Ponzano Veneto, forniva cure specialistiche a moltissimi clienti in uno studio a Povegliano. L’uomo è stato denunciato alla Procura di Treviso, al termine di una articolata indagine.

Coperto da un dentista “vero”. Il falso odontoiatra- si legge su Ansa – curava carie, praticava estrazioni e vari tipi di intervento più complessi. A quanto pare lo studio dentistico associato in cui riceveva i pazienti era diretto da un dentista “vero”, munito di laurea in medicina, iscritto all’Albo e dunque munito di autorizzazione dell’Usl. E’ sotto indagini anche quest’uomo, probabilmente a conoscenza dell’identità falsa del pseudo-collega, date le indicazioni e i suggerimenti che forniva al falso medico.

L’allarme è scattato in seguito ad alcune indiscrezioni pervenute ai finanzieri di Treviso nel corso dei servizi di controllo economico del territorio, indiscrezioni basate sull’esistenza di un odontotecnico dal tenore di vita sproporzionato rispetto al reddito dichiarato (30mila euro annui circa), che forniva cure specialistiche, proprie dei dentisti. È al vaglio degli investigatori l’esatta classificazione dei redditi percepiti nel tempo dal finto odontoiatra al fine di valutare la ricorrenza dei presupposti per la tassazione dei profitti frutto di reato (tassazione dei proventi illeciti). Non è la prima volta che la Guardia di Finanza porta “a galla” casi di questo tipo.

Adriana Ruggeri