Cessione AS Roma, Di Benedetto a colloquio con Unicredit

CESSIONE AS ROMA – Dopo tanta attesa e qualche preoccupazione è sbarcato oggi all’aeroporto di Fiumicino Thomas Richard Di Benedetto. Il futuro presidente della Roma è giunto, a bordo dell’Airbus A330 di Alitalia, intorno alle 8 presso il più importante scalo della Capitale. Per depistare giornalisti e tifosi è uscito dal Terminal 3 anzichè dall’annunciato Terminal 1, tuttavia l’escamotage è riuscito a metà e qualcuno è riuscito a strappargli delle dichiarazioni: “Sono davvero contento di essere a Roma. Sto andando a parlare con Unicredit. Forza Roma!”, queste sono state le prime parole dell’imprenditore italo-americano prima di salire in macchina e lasciare Fiumicino. Poco prima delle 12,30 Di Benedetto, accompagnato dai suoi legali, ha fatto il suo ingresso nello studio Grimaldi in Via Pinciana per incontrare Cappelli, legale di Unicredit. Il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete, attraverso i microfoni di Radio Anch’io lo Sport, ha voluto dare il benvenuto a Di Benedetto: “L’auspicio di DiBenedetto e’ quello di portare il club fra i primi al mondo. Sarebbe un fatto importante, vedremo quale sara’ la capacita’ di intervenire nella societa’ per dare stabilita’ al progetto e prospettive – afferma Abete – si tratta di Roma e quindi una realta’ molto importante, dopodiche’ tutti lo vedremo alla prova. E’ importante che affluiscano capitali di altri paesi in Italia, ma continuo a dire che e’ altrettanto importante che i grandi imprenditori che hanno fatto grande il calcio italiano rimangano ben solidi all’interno delle societa’ di riferimento”. Questa volta sono veramente giorni decisivi per il futuro dell’AS Roma, il passaggio di proprietà è finalmente alle porte e con esso un cambio epocale (almeno questo è quello che sperano i supporters capitolini) in grado di dare una sterzata decisiva alla storia giallorossa. Come ha detto lo stesso Di Benedetto nei giorni precedenti bisognerà sicuramente avere pazienza per far si che si porti avanti un lavoro mirato ed a lungo termine. Concetti che nel calcio di oggi sono davvero difficili da comprendere.

Simone Meloni