Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Dichiarazioni dei redditi: Berlusconi raddoppia, Veronesi il più ricco al Senato

CONDIVIDI

Sono state pubblicate le dichiarazioni degli eletti a Montecitorio e Palazzo Madama. Il premier quasi raddoppia passando da 23 a oltre 40 milioni di imponibile. La Bongiorno batte Ghedini. Il ministro più facoltoso è La Russa, Veronesi il più ricco tra i senatori.

Berlusconi raddoppia –  Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si conferma il più ricco fra i parlamentari. Nel 2010 il premier ha dichiarato infatti 40.897.004 euro, quasi il doppio rispetto alla dichiarazione dei redditi dello scorso (23,6 milioni).
In seconda posizione non c’è più Sante Versace, fermo quest’anno a 604.067 euro, bensì Antonio Angelucci con 6.180.699 di reddito imponibile dichiarato.

Il presidente del Senato Renato Schifani che batte per poco più di 30mila euro quello della Camera Gianfranco Fini. Il primo denuncia infatti un imponibile di 229.918 euro, mentre il secondo si ‘ferma’ a 186.563 euro. L’avvocato Giulia Bongiorno, che con 2.048.397 euro di reddito imponibile supera i 1.127.118 di Niccolò Ghedini, che a suo volta doppia il collega nel collegio difensivo del premier Piero Longo, fermo a 530.847 euro.

Il più ricco dei capigruppo in Parlamento è il presidente dei deputati della Svp, Siegfried Brugger, che nel 2010 ha dichiarato un reddito imponibile per il 2009 pari a 264.618 euro.
Il più povero è invece Massimo Donadi, capogruppo alla Camera dell’Idv, con 99.254 euro. In classifica generale poi si collocano il presidente dei deputati del Pd, Dario Franceschini, con 248.893 euro, Luciano Sardelli (capogruppo a Montecitorio di Iniziativa Responsabile) con 205.944 e Marco Reguzzoni (presidente dei deputati della Lega) con 183.005 euro.

La Russa – Nel governo spicca Ignazio La Russa, con un reddito che lo rende di gran lunga il ministro più facoltoso dell’esecutivo. Il responsabile della Difesa ha dichiarato un imponibile di  374.461 euro, seguito dal titolare dell’Economia, Giulio Tremonti, con 301.918. In terza posizione il ministro Renato Brunetta con 300.894 euro.
C’è infine una graduatoria che vede in testa un parlamentare dell’opposizione. Si tratta di quella dei senatori più ricchi, guidata da Umberto Veronesi del Pd. L’oncologo, oggi presidente dell’Agenzia per la sicurezza nucleare, ha dichiarato un reddito imponibile pari a 1.364.720 euro

 Matteo Oliviero