Guai per marito di Adriana Volpe: ubriaco, subisce due incidenti

adriana volpe roberto parli
Due incidenti per il marito di Adriana Volpe. Poteva finire in tragedia la rocambolesca corsa dell’imprenditore Roberto Parli, 37 anni. Marito della conduttrice Rai Adriana Volpe, Parli è stato protagonista di una brutta avventura, venerdì scorso, a bordo della sua Mercedes McLaren SLR dal valore di mezzo milione di euro. Dal portale d’informazione Ticinonews si legge che l’imprenditore ha causato un primo incidente nei pressi dell’autostrada di Lugano a causa di un sorpasso azzardato, nel corso del quale salta la ruota anteriore destra dell’auto. Parli prosegue la sua corsa imboccando una galleria, dove perde anche la seconda ruota. Nonostante corra, ormai, con le sole ruote posteriori, il marito della conduttrice continua imperterrito a guidare, finché fumo e scintille non lo convincono ad uscirne fuori. “Sono milionario, pago tutto”, riferiva ai soccorsi, in evidente stato di confusione: alto il livello di alcool evinto dal test.

Guida in stato di ebbrezza. Il portale Ticinonews aveva riportato la notizia degli incidenti subiti da Roberto Parli, imprenditore originario del Ticino e residente a Montecarlo. Noto anche per il matrimonio con la conduttrice Rai Adriana Volpe, incinta del loro primo bambino, Parli guidava visibilmente ubriaco: il tasso di alcol nel sangue era pari al 2,5 per mille, dato che ha contribuito al ritiro della patente. L’imprenditore non si era infatti arreso al primo incidente, avvenuto sull’autostrada di Lugano, durante il quale l’auto, un bolide da mezzo milione di euro, aveva perso una ruota anteriore. In località Melide decide di uscire dall’autostrada, dove riesce a correre per altri dieci metri. In una galleria, poi, il potente mezzo avrebbe perso anche l’altra ruota. In evidente stato di confusione, Parli aveva reagito in modo alterato ai soccorsi, affermando: “Sono milionario, posso pagare tutto, non mi interessa”. Sul posto è intervenuta immediatamente la polizia cantonale, mentre per l’imprenditore non vi è alcuna conseguenza fisica.

Carmine Della Pia