Zafferano e ginseng per una cena “piccante”

Per una serata speciale il primo passo è il menù. Cibi afrodisiaci per conquistare e sedurre il partner e con qualche piccolo accorgimento sarà subito ai vostri piedi. Dal cioccolato al peperoncino, passando per crostacei e frutti esotici, sono diverse le pietanze che promettono follie sotto le lenzuola. Ma non solo. Secondo un nuovo studio, effettuato da ricercatori dell’Università di Guelph in Canada e diretti dal docente del Dipartimento di scienze degli alimenti dell’ateneo nordamericano Massimo Marcone, ci sono nuovi e “scottanti” cibi, come un caffè al ginseng o un risotto allo zafferano, che favoriscono l’intesa con il partner. 

<<Gli afrodisiaci sono stati usati per migliaia di anni in tutto il mondo, ma la scienza che sta dietro gli annunci non è mai stata ben compresa – ha spiegato il professor Marcone. Il nostro è l’esame più approfondito condotto fino ad oggi”, assicura. Un settore sempreverde, dal momento che, nonostante i progressi farmacologici, non viene meno la ricerca di aiutini sessuali di origine naturale e senza effetti collaterali negativi>>.

Dite addio ai farmaci che migliorano meccanicamente le perfomance sessuali <<Questi farmaci – ha spiegato il dottor Melnyk, che ha collaborato allo studio – possono dare mal di testa, dolori muscolari e disturbi della vista, e possono interagire con altri medicinali. Inoltre non aumentano la libido, dunque non aiutano le persone afflitte da scarso desiderio sessuale>>. I ricercatori canadesi hanno esaminato centinaia di studi su afrodisiaci naturali di largo consumo per indagare sui pubblicizzati effetti, psicologici e fisiologici.

Se, dunque, volete risvegliare quella passione che ormai credevate perduta affidatevi a piccoli rimedi naturali. Zafferano, ginseng e yohimbina, una sostanza chimica naturale estratta dagli alberi yohimbe nell’Africa occidentale. Per quanto riguarda il cioccolato il Professor Marcone ci va cauto <<Può essere che alcune persone sentano un effetto provocato da alcuni ingredienti nel cioccolato, soprattutto feniletilamina, che può influenzare i livelli di serotonina ed endorfine nel cervello>>. Per concludere un bicchiere di vino. E il gioco è fatto.

Daniela Ciranni