Basket Eurolega, Siena in cerca delle Final Four

Basket, EurolegaStasera la Montepaschi Siena affronta i greci dell’Olympiakos, incontro valevole come gara 3 dei quarti di finale di Eurolega. Dopo le due sfide ad Atene della scorsa settimana (la figuraccia in gara 1 e la riscossa due giorni dopo), la Montepaschi punta a sfruttare il fattore campo tra oggi e giovedì, quando si giocherà la quarta sfida. C’è fibrillazione fra gli uomini di Pianigiani. La bella vittoria di giovedì scorso ha significato tanto, soprattutto a livello di convinzione nei propri mezzi. L’umiliazione subita in gara1 poteva abbattere un toro, ma non la Montepaschi che, nel frattempo, si è solo allenata dato che Milano ha concesso ai senesi il rinvio al 14 aprile della sfida di campionato, valida per il 23.mo turno del campionato italiano.

“Alto livello emotivo” – Il coach senese è conscio della grande occasione:”Loro verranno con la loro forza, con la loro cattiveria tecnica, con il vissuto di giocatori che ne hanno vinte molte – sottolinea Simone PianigianiNoi dovremo tenere molto alto il nostro livello emotivo, come abbiamo fatto in gara 2 ad Atene. E’ l’unica chance che abbiamo per giocarcela. Giocando di squadra possiamo essere competitivi a qualsiasi livello, se non lo siamo al 100 per cento rischiamo di trovarci di fronte un livello troppo alto per noi. La sensazione di poter fare le cose più difficili e più grandi l’abbiamo nelle nostre corde, questo deve essere lo stile di vita sportiva che di deve accompagnare da qui in avanti, non solo in Eurolega”.

Obiettivo Barcellona – Vincere le prossime due sfide significherebbe approdare di nuovo alle Final Four, quest’anno in programma a Barcellona, per portare l’assalto ad un trofeo che in Italia manca dal 2002 (la Kinder Bologna di Ettore Messina). “Sapevamo che per un gruppo così nuovo l’obiettivo era di prolungare il più possibile la nostra Eurolega e arrivare alle Top 16 – spiega Pianigiani – Ora diventa quello di cercare di allungare in casa la serie e giocarci fino all’ultimo i play-off. Questi sono giorni di grande privilegio, quando queste grandi corazzate arrivano qui, per la città, per i tifosi, sono notti speciali mai banali, non ci sono sempre ed in tutte le stagioni ed infatti nella storia di Siena ce le ricordiamo tutte”.

Claudio Forleo