Basket Eurolega, Siena batte Olympiacos e vola alle Final Four

Basket, SienaSiena spazza via l’Olimpiacos col punteggio di 88 a 76 e accede alle Final Four.
Era impossibile ipotizzare questo trionfo dopo il tracollo di gara-1 al Pireo. Il primo incontro, infatti, conclusosi con una differenza di 48 punti a favore dell’Olimpiacos, ha paradossalmente sancito la disfatta dei greci e l’inarrestabile ascesa di Siena.
Dopo 3 anni dall’ultima volta, la MontePaschi Siena ritorna alle Final Four dunque dove incontrerà il Panathinaikos, altro avversario greco, altro avversario ostico.

Hairston protagonista – Già dopo pochi minuti Siena aveva fatto capire che aveva studiato bene gli schemi degli avversari: non ne subiva la pressione e con Hairston, attivissimo nei momenti caldi del match, andava a segno con frequenza coadiuvato da un brillante Lavrinovic, anche lui grande protagonista di un ottimo primo tempo. Al rientro dal riposo Siena subisce il ritorno dei greci che, con l’ingresso di  Mavrokefalidis, si riportano a -10 da Siena a metà terzo quarto e sperano in una rimonta. Olympiacos che si porta poi anche a -5, ma i 7 punti infilati da Jaric all’inizio del quarto periodo ridanno ossigeno ai toscani che in breve tempo si riportano a +12.
Il resto è accademia, una cavalcata verso il termine dell’incontro che sancisce la realizzazione di un grande obiettivo, un sogno.

Motivazioni forti – Uno dei motivi che hanno contribuito a questo esaltante successo è sicuramente la mancanza di infortuni chiave: l’allenatore Pianigiani ha potuto contare su tutti gli effettivi, senza defezioni dell’ultim’ora.
Le prestazioni convincenti di Jaric e Hairston a cui si aggiunge la vena realizzativa di Lavrinovic hanno fatto il resto, per una serata da ricordare.
Forse nessuno avrebbe scommesso su Siena alla vigilia, visto che trattasi di una formazione rivoluzionata, eppure questi ragazzi hanno saputo cementarsi per un obiettivo comune.
A Barcellona, 6-8 maggio, il Panathinaikos sarà il prossimo temibile avversario. Ma Siena ha i mezzi per sorprendere ancora, in quella che sarà la sua quarta partecipazione alle Final Four.

Rosario Amico