Fiat, a marzo crollo vendite del 31,92%. Chrysler +31% in Usa

Sempre in calo le vendite del Gruppo Fiat in Italia.
I dati diffusi oggi, 1° aprile, dimostrano che a marzo le immatricolazione sono scese del 31,92% rispetto allo stesso periodo del 2010, con 55.072 unità contro le 80.899 dello stesso mese dello scorso anno.
Con questo crollo l’azienda torinese perde ulteriormente quote di mercato, scese a marzo al 29,35%, l’1,9% in meno del 2010, ma in lieve miglioramento rispetto allo scorso febbraio, quando il dato si era attestato al 28,4%.
Di tutt’altro segno i dati Chrysler dagli Usa.

L’eccezione Alfa. Nel dettaglio, a marzo le auto immatricolate con marchio Fiat sono state poco meno di 39 mila, il 39,8% in meno rispetto a un anno fa e il calo ha coinvolto anche il brand Lancia che, con 9 mila vetture vendute a marzo, ha registrato un -22% rispetto allo scorso anno.
Controtendenza, invece, Alfa Romeo, con 7 mila immatricolazioni e un aumento delle vendita del 51,2%. La crescita del Biscione è continua, tanto che la suo quota di mercato è arrivata al 3,8%, 2 punti percentuali in più rispetto a marzo 2010.

Trimestre boom in Usa. Buone notizie, viceversa dagli Usa, dove Chrysler ha fatto registrare un incremento delle vendite del 31%, dando così supporto all’obiettivo del Lingotto di arrivare al 51% della casa Usa.
Chrysler Group, infatti, lo scorso mese ha venduto 121.730 unità, chiudendo così il miglior mese di marzo dal 2008 e, soprattutto, il miglior risultato commerciale mensile dal maggio del 2008.
Nel 1° trimestre le vendite della casa statunitense controllata dalla Fiat sono aumentate del 23% a 286.950 unità.
A contribuire all’impennata delle vendite sono stati in particolare i marchi Dodge, Fiat e Chrysler.
Le vendite della nuova Chrysler 200 sono aumentate addirittura del 191% a marzo rispetto a quanto conseguito dal vecchio modello, mentre le vendite della Fiat 500, primo veicolo del Lingotto ad essere messo in vendita in Usa dal 1984, si sono attestate a 500 esemplari.
A livello di singoli marchi, Dodge ha registrato un aumento del 49% delle vendite a 44.102 unità nel mese e del 24%, a 101.977 unità, nel trimestre, grazie al successo dei nuovi Durango, Avenger, Charger e Grand Caravan.
Le vendite del marchio Chrysler lo scorso mese sono cresciute del 3% a 20.463 unità mentre sono calate del 9% a 42.796 unità nel trimestre. Il brand Ram Truck ha registrato un aumento del 24% a 23.510 unità e del 38% a 56.824 su base trimestrale. Jeep, infine, ha conseguito un miglioramento delle vendite del 36% a 33.155 unità a marzo e del 34% a 84.853 esemplari da inizio anno.

Marco Notari