Barcellona, Guardiola: “Il mio periodo qui sta finendo”

Barcellona, Guardiola – Ai microfoni di Raisport, l’allenatore del Barcellona Josep Guardiola annuncia di aver fatto il suo tempo da tecnico del Barça e non esclude di poter cambiare aria presto.
Moratti e Abramovich lo hanno già cercato in passato rispettivamente per le panchine di Inter e Chelsea, ma il tecnico classe 1971 ha appena rinnovato con la società blaugrana per un altro anno. Per averlo bisognerà attendere.

Presente – Guardiola, al terzo anno sulla panchina del Barcellona, è persona schietta, ma dichiarazioni di tale natura fanno scalpore: “Sto bene qui, ma quando stai per molto tempo in un club come questo non è possibile rimanere a lungo. Il prossimo anno sarà il quarto consecutivo come allenatore del Barcellona, una società come questa deve avere molto coraggio per tenere un allenatore per tutto questo tempo, perché i giocatori si stancano degli allenatori e viceversa, così come i giornalisti si stancano di vedere sempre la stessa faccia e gli allenatori di sentire sempre le stesse domande. Anche da calciatore mi è successa la stessa cosa”.

Futuro – Ha appena rinnovato il contratto per un altro anno, Pep Guardiola, resta da capire se intenderà rispettarlo o se si libererà a giugno per approdare su un’altra panchina. Non ha però ancora trattato con nessun altro club: “Ho troppo rispetto per il Barcellona, non potrei parlare con nessuno finché sono legato a questo club” ammette.
Spende quindi anche alcune parole circa i tecnici di Inter e Milan, che si affronteranno stasera nell’acceso derby di Milano, definendo Leonardo un grande allenatore e Allegri, conosciuto quest’estate al trofeo Gamper, una persona che gli ha fatto un’ottima impressione.
Infine, un pensiero sul Brescia, sua ex squadra: “ho detto che allenerei lì anche gratis, a Brescia mi sono trovato molto bene . Ma la mia era solo una battuta”.

Rosario Amico