Berlusconi: Governo frenato solo dalle emergenze

Il Cavaliere: Governo va avanti. E’ un Silvio Berlusconi alla carica quello che è intervenuto telefonicamente stamattina al convegno dei Responsabili in corso ad Acicastello, in provincia di Catania. Dopo aver dichiarato di essere convinto di vincere le prossime elezioni amministrative e di arrivare col governo alla fine naturale della legislatura, il presidente del Consiglio ha detto che la maggioranza tiene e che presto potrà contare alla Camera su 330 deputati. L’opposizione parli pure, ha aggiunto il premier, che proprio per rispondere alle “menzogne ed offese” che quotidianamente giungono dal centrosinistra sta per inviare a tutte le famiglie italiane un volume che descrive tutte le cose positive fatte dal suo governo.

Le tante emergenze. Si poteva fare di più, ha ammesso Berlusconi, ma si deve tenere conto, ha subito precisato, di tutti gli ostacoli e delle tante emergenze, da Fini al terremoto e alla guerra. ”Questo governo – ha affermato il premier – ha un compito importante da svolgere come ha svolto tanti altri compiti in maniera egregia. La diaspora con Fini e le critiche che per un anno si sono scatenate hanno fatto dimenticare anche ai nostri elettori le tante cose che il governo ha fatto”. ”Abbiamo in preparazione un volume – ha promesso il Cavaliere – che indica tutti i risultati positivi che il governo ha raggiunto insieme alla sua maggioranza in Parlamento. C’è solo da stancarsi a leggerlo e spero che presto possiamo inviarlo a tutte le famiglie italiane. Certo abbiamo avuto anche tante emergenze: a noi non è stato risparmiato proprio niente – ha ribadito Berlusconi – oltre la crisi economica, la crisi finanziaria, abbiamo avuto la terribile situazione dei rifiuti a Napoli e in Campania, poi il terremoto in Abruzzo, adesso abbiamo anche le guerre che ci portano i clandestini in numeri elevati. Cosa sta succedendo lo sapete bene e stiamo intervenendo con pragmatismo”, ha concluso il premier.