Dieta mediterranea, pochi la conoscono

Dieta mediterranea poco conosciuta. Il 60% degli italiani non conosce i principi basilari della dieta mediterranea, apprezzati e conosciuti invece in tutto il mondo per i suoi benefici a livello di salute. Ignorandone la composizione e le sostanze contenute nei vari cibi, adotta un’alimentazione poco corretta. Lo rivela uno studio condotto dai ricercatori del Dipartimento di Medicina Interna, dell’Invecchiamento e Malattie Nefrologiche dell’Università di Bologna, presentato nel corso del Congresso Nazionale della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare, in svolgimento a Genova fino al 2 aprile.

Lo studio.  La ricerca è stata effettuata su un campione di 314 persone, che hanno risposto ad un questionario di 33 domande, mirate a scoprire le loro conoscenze ed abitudini in campo alimentare. Ebbene, alla domanda “cos’è la dieta mediterranea”, il 55% del campione ha dato risposte errate. Scarsa conoscenza che, secondo i dati del sondaggio, è comune a tutti i ceti sociali e prescinde dal livello di istruzione e dalla condizione economica. Si è così portati a pensare che il pane sia una fonte di colesterolo e che la pasta sia grassa o che le verdure siano proteiche. Anche sulla piramide alimentare, che dovrebbe orientarci sulle corrette scelte alimentari, i dati non incoraggiano, il 57% non la conosce, il 3% è incerto e solo il 40% dice di saperlo. Dai dati emerge confusione nelle scelte alimentari, se la maggioranza degli intervistati individua nel pranzo il pasto principale, l’80% di questi poi mangia pasta molto condita e pane, pochi scelgono il pesce, solo un terzo lo mangia una volta la settimana. Il 20% mangia carni grasse anche più volte a settimana. I formaggi sono consumati dal 45% almeno tre volte a settimana.

Cosa mangiare. La dieta mediterranea, ricordano gli esperti, è nota per la sua funzione protettiva nei confronti delle patologie cardiovascolari. Gli ingredienti tipici della dieta mediterranea sono legati al mare, alla terra e alla cultura del bacino mediterraneo. I capisaldi della dieta sono: grande consumo di frutta e verdura,  adeguato spazio al pane e alla pasta, olio extravergine di oliva come condimento, pesce e carne in tavola quanto più spesso possibile.

Adriana Ruggeri