Medici under 30: il 64% è donna

Medici under 30: il 64% è donna: La sanità italiana sembra tingersi sempre più di rosa. Nonostante ad oggi sul totale dei medici italiani le donne iscritte all’ordine dei medici siano solo il 37% del totale, in futuro saranno proprio le rappresentanti del gentil sesso a rappresentare la fetta più considerevole di medici negli ospedali. E’ quanto emerge dal congresso “Leadership in santità: interpretazione al femminile, innovazioni, opportunità” in corso a Firenze in questi giorni. Il dato, confortante per tutte le donne che in futuro vorranno svolgere la professione di medico, è ricavato sulla base dei dati riguardanti questi ultimi anni e delle nuove iscritte agli albi professionali. La Federazione degli Ordini dei medici e degli odontoiatri ha messo in evidenza come i medici con un’età compresa tra i 24 e i 29 anni siano per circa il 64% donne; se a venire analizzata è la fascia d’età che dai 29 arriva fino ai 34, si scopre che le donne medico sono quasi il doppio rispetto ai dottori del cosiddetto “sesso forte”. Tra il 2000 e il 201o il numero delle specializzate è cresciuto di 9 mila unità principalmente nei rami di pediatria e ginecologia; poche invece le donne onocologhe, ortopediche o chirurgo, soprattutto in cardiochirurgia o neurochirurgia.

Donne medico e carriera: Più difficile risulta comunque essere la carriera per le donne nei ruoli di rilevanza: solo una donna su dieci è dirigente di una struttura complessa (ovvero quello che una volta era il ruolo del primario) e non va meglio a quante abbiano l’aspiazione di accedere a ruoli ordinistici: su 106 Ordini provinciali, sono solo due le donne presidente. Nonostante negli ultimi dieci anni il numero di donne medico sia salito, infatti, continua ad essere difficoltosa la loro carriera: il numero delle donne ai vertici del Sistema sanitario nazionale, infatti, è salito solo di pochi punti percentuali.

Le ragioni:Durante il convegno è emersa come ragione della scarsa presenza delle donne in medicina in ruoli di rilievo la difficoltà del connubio carriera/famiglia. Addirittura un dato sconfortante mostra come il 30% delle donne che ricoprono un ruolo importante e di rilievo sia single o separata. Per quanto riguarda gli uomini, sono solo il 10% di loro a vivere una situazione simile. E ancora: una donna medico su tre non ha figli mentre per gli uomini la percentuale si abbassa a circa uno su cinque (13%).

Anna Paola Tortora