Probabili formazioni Roma-Juventus: Totti dal 1′, ballottaggio Toni-Pepe

Probabili formazioni Roma-Juventus – Con la Roma concentrata più sul fronte societario che su quello tecnico e la Juve ormai fuori dai giochi che contano (la zona Champions, distante 11 punti, sembra irraggiungibile), la sfida in programma domani sera (Stadio Olimpico di Roma, fischio d’inizio alle ore 20.45) rischia di perdere l’antico fascino che da sempre la contraddistingue. Dal suo arrivo a Trigoria, in campionato Montella è ancora imbattuto: due vittorie e due pari per l’ex Areoplanino. Dopo tre sconfitte consecutive tra fine febbraio e inizio marzo, la Juve ha avuto un sussulto d’orgoglio nelle ultime due gare contro Cesena e Brescia: la gara di domani rappresenta un banco di prova importante per Del Neri e soci.

Roma – Il pareggio di sette giorni fa sul campo della Fiorentina ha soddisfatto Montella, che rispetto alla gara del Franchi non farà grandi modifiche dal punto di vista della formazione. Cassetti continua a lavorare a parte, ma dovrebbe essere disponibile. In ogni caso l’esterno ex Lecce andrà al massimo in panchina: confermata la difesa con Burdisso a destra e la coppia Mexes-Juan in mezzo. Dopo aver scontato la squalifica si rivede dal primo minuto Mirko Vucinic, che si muoverà sul fronte sinistro dell’attacco al posto di Menez. Davanti, da unica punta, ci sarà ancora Totti: Borriello si accomoderà in panchina. Questa la probabile formazione: 4-2-3-1: Doni; N. Burdisso, Mexes, Juan, Riise; Pizarro, De Rossi; Taddei, Perrotta, Vucinic; Totti. A disposizione: Lobont, Cassetti, Rosi, Simplicio, Brighi, Menez, Borriello. All. Montella. Indisponibili: Julio Sergio. Squalificati: Nessuno.

Juventus – In casa bianconera i guai non finiscono mai. Dopo lo stop di Chiellini (starà fuori un mese) è arrivato anche l’infortunio ad Alex Del Piero, che in allenamento ha accusato un problema agli adduttori che lo terrà fuori un paio di settimane. Per sostituire il capitano Del Neri ha due opzioni: la prima prevede l’inserimento di Toni e la conferma del 4-4-2, la seconda un modulo leggermente più coperto con Pepe e Krasic a supportare l’unica punta Matri. In difesa, coppia centrale obbligata formata da Barzagli e Bonucci, mentre sono ancora da decidere i terzini: Sorensen e Grosso sono in leggero vantaggio su Motta e Traoré. Questa la probabile formazione: 4-3-3: Buffon; Sorensen, Barzagli, Bonucci, Grosso; Aquilani, Felipe Melo, Marchisio; Krasic, Matri, Pepe. A disposizione: Storari, Motta, Grygera, Traoré, Salihamidzic, Martinez, Toni. All. Del Neri. Indisponibili: De Ceglie, Rinaudo, Sissoko, Quagliarella, Iaquinta, Chiellini, Del Piero. Squalificati: Nessuno.

Pier Francesco Caracciolo