MotoGP, Spagna: Lorenzo vince aiutato dai gravi errori di Rossi e Simoncelli

MotoGP, Spagna – Un Gp di Spagna davvero intenso e pieno di colpi di scena. Le condizioni difficili della pista hanno stravolto i valori in campo, con le gomme da bagnato che si sono distrutte già dopo pochi giri lasciando i piloti in una situazione complessa e pericolosa. In questo grande trambusto il vincitore è il campione del mondo in carica Jorge Lorenzo, bravissimo a costruire una gara intelligente e lontana da grandi rischi, cosa che invece non hanno fatto gli altri Top Riders, in primis gli italiani. Valentino Rossi infatti in pochi giri era riuscito a compiere un mezzo miracolo, risalendo dalla dodicesima alla quarta piazza, in battaglia con Stoner, Lorenzo e Simoncelli per la vittoria. Preso dalla foga, il campione di Tavullia ha prima passato Jorge per poi tentare una staccata impossibile ai danni di Casey, con il risultato che Vale è caduto falciando letteralmente l’incolpevole centauro australiano. Un errore gravissimo che porta via preziosi punti ad entrambi i protagonisti del mondiale, con tanto di critiche e veleni all’interno del paddock.

Condizioni estreme – Ma i colpi di scena non sono finiti qui. La condizione critica di pista e pneumatici infatti hanno portato tantissime cadute, tra cui Marco Simoncelli proprio quando era in testa al gruppone con due secondi di vantaggio, Ben Spies subito dopo un bel sorpasso per il secondo posto, Edwards all’ultimo giro con in mano un podio sicuro, e poi Abramah, De Puniet, Crutchlow e persino uno sfortunato Dovizioso in totale affanno con le mescole. Una gara davvero incredibile e inusuale, incerta sino all’ultima curva e che lascia un forte amaro in bocca a tutti i piloti italiani visto che il potenziale per vincere vi era davvero tutto. Alla fine il secondo posto se lo prende l’infortunato Pedrosa, con Hayden terzo mai autore di lunghi o gravi errori. Ducati quindi riesce a prendersi il primo podio della stagione assieme al quinto posto finale di Rossi, bravo a chiedere subito scusa ad uno Stoner visibilmente arrabbiato e critico.

Classifica – Questa vittoria del campione in carica lo riporta in testa alla classifica, con la Yamaha che prende punti insperati contro i rivali Honda, sorridenti grazie al secondo posto di Dani. Sorpresa Aoyama alla fine quarto, ed Hopkins tornato alle gare con una prestazione comunque positiva. Il mondiale è lungo e tutto può ancora cambiare, ma certamente questo capitolo del Gp della Spagna non potrà essere dimenticato. Ecco l’ordine d’arrivo: 01)Jorge Lorenzo 02)Dani Pedrosa 03)Nicky Hayden 04)Hiroshi Aoyama 05)Valentino Rossi 06)Hector Barbera 07)Karel Abraham 08)Cal Crutchlow 09)Toni Elias 10)John Hopkins 11)Loris Capirossi 12)Andrea Dovizioso

Riccardo Cangini