Serie A, Brescia-Bologna 3-1: tre punti d’oro per i lombardi

Brescia-Bologan 3-1Vittoria convincente per il Brescia, che batte un Bologna apparso poco convinto. Un netto 3-1 maturato presto, dal momento che dopo neanche 10 minuti le reti di vantaggio per i lombardi erano già 2. Ci ha provato il solito Di Vaio a riportare sotto i suoi, ma nella ripresa i padroni di casa hanno chiuso i conti con Caracciolo. Soddisfatto il tecnico Iachini, che elogia lo spirito dei suoi: “Oggi abbiamo fatto una grande gara contro un Bologna che non era ben predisposto a concederti qualcosa. Abbiamo giocato con intensità e velocità di gioco“. Malesani da parte sua non ci sta a condannare il Bologna: “Credo che ci possa essere una giornata così per una squadra che comunque vada ha fatto un miracolo. Non possiamo dire niente, nè rimproverarli per quel che hanno fatto“.

Partenza sprint – E’ un Brescia che da subito fa capire le sue intenzioni grazie ad una spinta offensiva costante che costringe gli ospiti nella propria metà campo. Dopo 3′ è già Brescia: apertura di Eder per Zambelli, l’esterno destro mette il pallone in area ed Hetemaj, lasciato colpevolmente solo, colpisce di testa e insacca. I felsinei appaiono frastornati dalla rete subita e al 9′ capitolano nuovamente: corner di Eder e colpo di testa di Zoboli che scavalca Viviano, per il 2-0 lombardo. Al 28′ il Brescia va vicino al terzo goal , ma due minuti più tardi gli ospiti accorciano le distanze: lancio in profondità per Di Vaio che è in posizione regolare, entra in area da sinistra e, dopo aver vinto un rimpallo, batte Arcari con un sinistro rasoterra. Al 33′ ci prova Caracciolo, ma Viviano è bravissimo a respingere di piede.

Partita chiusa – La ripresa si apre con la novità di Meggiorini al posto di Ramirez, autore di una prestazione impalpabile. Poche emozioni in avvio, sino al minuto 21′, quando Accardi si conquista un calcio di rigore dopo essere stato atterrato in area da Britos: sul dischetto si presenta Caracciolo, che non fallisce e mette a segno il 3-1. Ci si potrebbe aspettare la reazione del Bologna, che invece si manifesta solo in un colpo di testa di Meggiorini al 33′, bloccato da Arcari. Brutta sconfitta per il Bologna che, conquistata la salvezza, si è presentato in campo troppo rilassato e senza determinazione. Molto maggiori invece gli stimoli per il Brescia, che ha da subito aggredito senza lasciare spazi e conquistando 3 punti fondamentali nella corsa salvezza. Ora non resta che attendere le dirette concorrenti.

Alberto Ducci