Serie A, Milan-Inter 3-0: Super-Pato riporta i rossoneri a +5

Milan-Inter 3-0 – Va al Milan il tanto atteso derby scudetto, andato in scena ieri sera in un San Siro tutto esaurito. I rossoneri hanno vinto per 3 a 0, grazie alle reti segnate da Pato (in gol al 1’ ed al 61’ minuto di gioco) e da Cassano (gol su rigore all’88’). Il Milan di Allegri con questo successo sale a +5 sui cugini nerazzurri, ed ora vede più vicino lo scudetto. A fine gara il tecnico livornese ha comunque predicato calma, dicendo ai cronisti che “Il campionato non è ancora finito, anche se abbiamo vinto con pieno merito una gara importante”. Il grande ex Leonardo è invece apparso deluso, ad ai giornalisti che lo hanno intervistato ha dichiarato che “Non è una resa, ma cinque punti a 7 giornate dal termine non sono pochi da recuperare; noi comunque impareremo tanto da questa sconfitta, perché siamo una squadra esperta”.

Rossoneri indiavolati – La gara era iniziata con un Milan pronto a dare battaglia, ed un’Inter messa in campo con un modulo (4-2-3-1 in stile Mourinho) diverso rispetto a quello annunciato alla vigilia, e con un atteggiamento troppo remissivo. Questo mix ha dato il giusto spunto a Pato, che al 1’ ha mandato in vantaggio i suoi, facendo esplodere la Milano rossonera presente a San Siro. L’Inter ha fatto molta fatica a reagire, ed ha messo a referto la prima azione degna di nota con uno spunto di Pazzini al 19’ minuto di gioco. La gara nei minuti successivi ha poi visto l’Inter più aggressiva ed il Milan pronto a ripartire in contropiede. Sono però mancate le emozioni degne di un derby scudetto, che al 37’, al 38’ ed al 42’ sono state regalate da Van Bommel, Thiago Motta ed Eto’o, che per poco non sono riusciti ad andare in gol.

Espulsi Chivu e Cassano – Nella ripresa l’episodio che ha deciso il derby è arrivato al 53’, quando Chivu ha commesso fallo da ultimo uomo su Pato: l’ingenuità è costata l’espulsione al difensore, ed ha costretto l’Inter a giocare in inferiorità numerica. Il Milan ha provato ad approfittarne subito con una punizione-bomba di Thiago Silva, che è stata però parata da J. Cesar. Il colpo del Ko è arrivato comunque al 61’, col secondo gol di Pato. Nei minuti successivi l’Inter è sparita ed ha lasciato il pallino del gioco al Milan, che è andato vicino al 3 a 0 con i numerosi tentativi di Robinho, neutralizzati egregiamente da J. Cesar. Gli ultimi minuti di gioco hanno visto anche una nuova puntata del Cassano-show:  il talento di Bari Vecchia all’88’ si è procurato ed ha trasformato il penalty del 3 a 0,  ed al 92’ è stato espulso per somma d’ammonizioni.

Simone Lo Iacono