Tornano gli anni settanta sulle passerelle

Per quanto riguarda la stagione primavera-estate, gli anni settanta sono tornati di moda. Quest’anno si avverte molto, all’interno del mondo della moda, la passione sfrenata nei confronti di stili e fantasie che resero celebri epoche passate, come le righe. È tipico del mondo della moda il fatto di rivisitare stili e fantasie appartenenti ai meravigliosi “tempi andati”. La nostalgia è spesso la sensazione-chiave di cui si necessita per conquistare i cuori di molti, perciò i vari “revival” funzionano eccome. Sta volta sono gli anni settanta a riprendere vita sulle passerelle ed a stuzzicare la fantasia dei vari stilisti. Sono tornati di moda i pantaloni a zampa d’elefante, le fantasie geometriche e tutto il resto dei “must” che erano propri dei figli dei fiori e dello stile che li contraddistingueva.

Diamo un’occhiata alle passerelle. Fra le griffe che propongono stili decisamente anni settanta bisogna necessariamente citare Giles: pantaloni rigorosamente a zampa d’elefante ed a vita alta vengono abbinati a colori caldi ed intensi come la moda di quegli anni. Anche Salvatore Ferragamo, Ralph Lauren e Missoni hanno rivisitato lo stile del decennio che ha visto morire icone del calibro di Jim Morrison, ma le loro proposte sono, per l’appunto, più rivisitazioni che riproposizioni. Si distingue all’interno delle proposte di questi tre grandi stilisti il tocco di ognuno e la presenza di un punto di vista odierno, che di certo le rende interessanti e particolari. Le proposte di Ungaro subiscono anche influenze provenienti dai favolosi anni sessanta durante questa stagione. Degne di note anche le proposte di Etro, Andrew Gn e Just Cavalli.

Chi vince su tutti? Probabilmente lo stile più “hippie” è quello proposto dalla casa di moda“Aquilano.Rimondi”. La morbidezza la fa da padrone, accanto a colori prorompenti e psichedelici. Anche lo stile proposto da Custo Barcelona è decisamente tipico di quegli anni.

Martina Cesaretti