Moratti entra in GPI acquistando da Tronchetti Provera il 6,5%

Massimo Moratti, ad del gruppo Saras e proprietario dell’Inter Football Club, entra in Gruppo Partecipazioni Industriali (GPI), azionista di controllo di Camfin, la holding che controlla Pirelli, acquistando da Marco Tronchetti Provera una quota del 6,5%. A renderlo noto è un comunicato del gruppo della Bicocca.

I dettagli dell’operazione. Nella stessa nota si dichiara che Malacalza Investimenti, che detiene una partecipazione del 30,94% in Gpi, si è espressa favorevole all’operazione. I Malacalza hanno, inoltre, dato l’ok all’eventuale ingresso di Alberto Pirelli e Bruno Tronchetti Provera in Mtp Sapa, tramite il conferimento nell’accomandita delle partecipazioni indirettamente detenute in Gpi, entro fine luglio. Sempre stando a quanto afferma il comunicato in questione, in caso poi di futura cessione da parte di Moratti delle azioni Gpi, i Malacalza rinunciano al diritto di prelazione per consentire alla Sapa di acquisire le azioni; in tale ipotesi, Malacalza Investimenti avrebbe la facoltà, per un periodo di 18 mesi dal verificarsi di tale evento, di acquisire sul mercato o da terzi azioni Camfin pari a non più del 3% del capitale. E’ previsto, si legge ancora, un accordo parasociale tra Mtp Sapa e Massimo Moratti, diverso da quelli già sottoscritti dalla Sapa, Gpi e Malacalza Investimenti. Nella nota si chiarisce, infine, che la conclusione delle operazioni sopra descritte non incide in alcun modo sul controllo solitario attualmente esercitato dal dott. Marco Tronchetti Provera su Gpi e indirettamente Camfin né incide o altera l’assetto proprietario di Camfin e Gpi e le relazioni con Malacalza Investimenti.

Mauro Sedda