Portogallo: il Porto è campione, Mourinho ha il suo erede

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:18

Villas-Boas, Porto – Il Porto vince il campionato per la venticinquesima volta nella sua storia. E lo fa compiendo un cammino impressionante, fatto di 23 vittorie e 2 pareggi. Ancora imbattuta, la squadra è allenata da Andrè Villas-Boas, allenatore di Oporto, assistente di Mourinho sia ai tempi del Porto (2003-2004), sia al Chelsea (2004-2007), che all’Inter (2008-2009).

Rullo compressore – Stagione da incorniciare per i giocatori del Porto. Oltre ad essere ancora imbattuti nel loro campionato, detengono anche il primato della miglior difesa, con solo 9 reti incassate e il miglior attacco, con 53 reti all’attivo.
Grazie alle reti di Guarin e Hulk, il Porto in trasferta ha superato 2-1 i rivali storici del Benfica nell’ultimo turno di campionato, allungando a 16 punti il distacco proprio sul Benfica, secondo in classifica. Gap matematicamente incolmabile visti i soli 5 turni rimasti.
A tutto ciò si aggiunga che il Porto è ancora in corsa in Europa League, che ha vinto in questa stagione anche la supercoppa nazionale proprio contro il solito Benfica col risultato di 2-0 e che ha dominato, sempre contro gli stessi rivali, il match di andata in casa, chiusosi col risultato roboante di 5-0.

Trionfo – Se si potesse immaginare una stagione perfetta, la si immaginerebbe esattamente come quelle che il Porto sta costruendo. Più che a un campionato, il cammino degli uomini di Villas-Boas assomiglia molto a una marcia trionfale.
E gran parte del merito va assegnato, oltre che ai giocatori, anche alla sagacia dell’allenatore classe ’77, che dopo una parentesi confortante al Coimbra, quando riuscì a salvare la squadra da una situazione preoccupante, si toglie la soddisfazione di vincere il suo primo campionato.
L’allievo non ha ancora superato il maestro Mourinho, ma i prodromi ci sono. Stesso carattere, stessa freddezza: le somiglianze tra i due tecnici sono evidenti.
Villas-Boas vince il campionato portoghese a 33 anni al primo tentativo. E per i “Dragoni” è il quinto titolo nazionale in sei anni.

Rosario Amico

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!