Prima serata La7: L’Infedele di Gad Lerner

Berlusconi come il Caimano di Moretti– Appuntamento questa sera alle 21.10 su La7 con una nuova puntata del programma di approfondimento politico condotto da Gad Lerner. Una puntata interamente dedicata ai processi che vedranno protagonista il primo ministro Silvio Berlusconi. Al centro della puntata due dei procedimenti giudiziari che vedono coinvolti il premier e che rischiano di intaccarne pesantemente l’immagine. Il primo è il processo per corruzione che riguarda il già condannato avvocato Mills, mentre il secondo è il processo ormai in partenza per prostituzione minorile e concussione del celeberrimo caso Ruby.Il  centrodestra tenterà un salvataggio in estremis martedì e mercoledì, in particolar modo per chiedere di dirottare il processo Ruby al Consiglio dei ministri per poi chiederne l’improcedibilità.  Un processo che in ogni caso è già avvolto da un clima da “caccia alle toghe“, in una Milano tappezzata da manifesti anonimi contro i magistrati rossi.  Un ambiente che ricorda da vicino le scene finali de “Il Caimano” di Nanni Moretti, quando è il ministro della Giustizia che invita a scendere in piazza contro l’eccessivo potere della magistratura.

A discutere della spinosa questione saranno personaggi di spicco della magistratura, come Nicola Gratteri, sostituto procuratore di Reggio Calabria, e autore con Antonio Nicaso del libro “La giustizia è una cosa seria”; Il direttore del TgLa7, Enrico Mentana; il relatore Pdl della legge sul “processo breve”, Maurizio Paniz; e lo scrittore Gianrico Carofiglio, senatore del Pd. Con loro discuteranno Daria Pesce, avvocato difensore di Nicole Minetti; i giornalisti Antonella Mascali de “Il Fatto” e Gianluigi Nuzzi di “Libero”; l’ex parlamentare missino Tomaso Staiti di Cuddia; lo scrittore-blogger Giuseppe Catozzella. Non mancheranno anche riflessioni sulla drammatica attualità dell’immigrazione tunisina grazia alla presenza di  Ouejdane Mejri, presidente dell’Associazione Pontes dei tunisini in Italia.

A.P.