Rita Dalla Chiesa delusa e insultata dopo la bufera su Forum

Rita Dalla Chiesa, Forum – “Uno scivolone televisivo” che costa caro alla diretta interessata, Rita Dalla Chiesa, sia in termini d’immagine che per quanto riguarda la propria incolumità. In questo periodo difficile la Dalla Chiesa sta subendo pesanti insulti dalla gente per strada, sgradevoli ironie da parte dei colleghi della televisione, senza ricevere da questi messaggi di solidarietà.

Solo Massimo Giletti e Antonella Clerici si sono fatti vivi, degli altri nessuna notizia: “e pensare che sono sempre generosa nell’offrire il mio spazio per lanciare i programmi non miei”, ha commentato la conduttrice come si legge dal sito del Corriere.
La Dalla Chiesa è accusata di aver fatto partecipare alla sua trasmissione, Forum, una figurante che dichiarava di essere stata vittima del sisma che ha colpito L’Aquila e l’abruzzo due anni fa e che, con l’occasione, non perdeva tempo per lodare a più riprese l’operato del governo, celere, a suo dire, nel ricostruire la città.
Nessuno sta in mezzo alla strada, tutti hanno le case con giardini e garage“, affermava la signora Marina Villa, la figurante, “solo 3-400 stanno ancora negli hotel perché fa comodo. Mangiano, bevono e non pagano niente, pure io ci vorrei andare“.

A ciò è seguito un gran polverone di critiche assortite, più o meno colorite. Ma gli insulti della gente in strada o il fuoco “amico” dei colleghi della televisione (si veda la pesante ironia de “Le Iene”), sono sintomi di un’insofferenza che degenera in odio. Continua la Dalla Chiesa: “superficialità, forse. Leggerezza. Non so risponderle come sia stato possibile. Sto ancora cercando di capire cosa è successo, ma immagino non ci sia stata malafede, cui prodest? Di certo non al programma o alla sottoscritta. C’erano i suggeritori dietro la figurante? Erano gli autori e nessuno ha consigliato di dire quelle cose, saremmo degli stupidi!”
Una volta scoperto l’inganno della signora Villa, la conduttrice si è già più volte scusata col proprio pubblico, ma evidentemente ciò non è bastato a far tornare il sereno: “non mi sarei permessa, sia eticamente sia professionalmente, di mancare di rispetto all’Aquila e ai suoi abitanti. Chiedo scusa se posso avere sbagliato qualcosa. Ha poi concluso: “è stato uno scivolone televisivo, è diventato un caso politico”.

Rosario Amico