Sciroppo d’acero, ricco di antiossidanti e povero di calorie

Sciroppo d’acero, ottimo per la salute. In pochi in Italia lo mangiano, ma lo sciroppo d’acero è un alimento molto benefico per la nostra salute in quanto ricco di sostanze antiossidanti. Previene l’invecchiamento e anche alcune malattie particolarmente “difficili”, come quelle tumorali. Lo sostiene uno studio statunitense dell’Università di Rhode Island, che mostra anche come lo sciroppo d’acero sia uno dei dolcificanti meno calorici presenti sul mercato e sembra contenere un composto fenolico particolarmente attivo. Sul Journal of Functional Foods è in corso la pubblicazione dello studio, che ha trovato diversi composti di origine naturale nello sciroppo di acero, composto ottenuto in seguito all’ebollizione della linfa di due tipi di acero, quello da zucchero e quello nero.
 
La ricerca. I ricercatori americani hanno individuato alcune sostanze estratte dallo sciroppo d’acero del Quebec in grado di inibire due enzimi che idrolizzano i carboidrati. Il composto fenolico in questione è stato denominato, dagli autori dello studio, Quebecol. È da notare che da un’indagine accurata eseguita attraverso la cromatografia spettrale (LC-MS) si è potuto constatare che tale composto non è presente in origine nella linfa dell’acero, ma si forma durante la lavorazione e/o l’estrazione dello sciroppo. Una strepitosa scoperta per la gestione del diabete del tipo 2. I ricercatori hanno presentato  i 34 nuovi composti benefici estratti dallo sciroppo d’acero puro: cinque di questi composti sono stati identificati per la prima volta in natura. E’ stato riconosciuto loro un ruolo fondamentale per la salute umana assieme ad altre 20 sostanze estratte dal particolare sciroppo.

I benefici dello sciroppo. Il professore Navindra Seeram, che ha guidato la ricerca, precisa: “Lo sciroppo d’acero possiede un forte effetto antiossidante, antimutageno, antiproliferativo di cellule umane e anticancerogeno. A tal fine, il nostro laboratorio ha avviato un progetto di collaborazione per identificare in modo completo i costituenti chimici nello sciroppo d’acero.” Lo sciroppo d’acero e gli altri composti sarebbero dunque in grado di combattere le infiammazioni implicate in diverse malattie croniche come malattie cardiache e diabetiche, in alcuni tipi di tumori e in altre malattie neurodegenerative come l’Alzheimer.

Adriana Ruggeri