Genova, sparatoria A12: detenuto tenta la fuga

Genova Sparatoria oggi alle ore 13 nell’area di servizio di Sestri Levante, sull’autostrada A12. Pietro Noci, un detenuto, ha cercato di fuggire dal blindato della polizia penitenziaria. L’evasione ha scatenato il panico all’interno della piazzola dove le forze dell’ordine sono intervenute sparando diversi colpi in aria e poi, vedendo che il fuggitivo non si fermava, contro l’uomo che è stato ferito alla testa. Colpito per sbaglio e in maniera non grave anche un poliziotto. Pietro Noci, 54 anni, adesso è ricoverato in gravi condizioni anche se secondo i medici non sarebbe in pericolo di vita.

Le rapine travestito da donna – Pietro Noci è diventato famoso per la particolarità con cui nel corso degli anni ha effettuato rapine ai danni di istituti di credito e uffici postali: l’uomo di origini milanesi usava travestirsi da donna per celare la propria identità all’interno dei luoghi in cui avrebbe poi agito, facendosi consegnare il denaro. Noci prestava cura a ogni dettaglio: trucco, tacchi e parrucca bionda; non si faceva mancare nulla.
Nel 2007 era uscito dal carcere dopo aver scontato ben quindici anni di reclusione sempre a causa di rapine. Ma poi, poco dopo essere ritornato in libertà, Pietro Noci ha ripreso a rapinare gli istituti di credito.  Nell’arco di un anno e mezzo, l’uomo sarebbe riuscito a rubare circa 200.000 euro.
Il suo caso è  l’esemplificazione del noto detto: il lupo perde il pelo ma non il vizio. Per due motivi: la reiterazione del reato nel corso degli anni è stata una costante mentre per quanto riguarda il pelo, beh, chi bella vuole apparire

Simone Olivelli