MotoGP, Pedrosa operato con successo a Barcellona

MotoGP, Pedrosa operato – Come previsto Dani Pedrosa si è sottoposto ad un intervento chirurgico per risolvere la compressione dell’arteria succlavia che li impediva una perfetta mobilità del braccio sinistro, con un preoccupante intorpidimento dopo lunghi sforzi impossibile da sopportare alla guida di una MotoGP. Ovvio quindi che l’unica soluzione per tornare in forma al 100% e chiudere definitivamente questo capitolo era quello dell’operazione, avvenuto presso il Teknon Medical Center di Barcellona dal dottor César García-Madrid e  dottor Joaquim Casañas. Tutto è andato alla perfezione ed ora lo spagnolo può iniziare il recupero in vista della prossima gara all’Estoril tra un mese.

Caduta in motocross – Bisogna comunque sottolineare che vi è stato molto mistero sulle reali condizione del pilota e sopratutto sul perchè questo problema sia venuto fuori improvvisamente dopo un inverno tutto sommato tranquillo. Con i giornalisti Pedrosa non ha voluto approfondire la questione, mentre Jorge Lorenzo confessava di essersi allenato con lui sui motocross, assistendo persino ad una sua piccola caduta che poteva spiegare il perchè di questo ennesimo infortunio. Ovviamente tutto questo è stato prontamente smentito, ma probabilmente l’allenamento con Lorenzo vi è stato, così come il piccolo incidente. La versione ufficiale comunque rimane quella delle placche e viti (inserite dopo i fatti di Motegi) che andavano a schiacciare l’arteria, causando l’indolenzimento di tutto l’arto.

Inizia il recupero – Adesso Pedrosa dovrà rimanere in osservazione nell’ospedale per le prossime 48 ore, continuando una cura di analgesici ed anti-infiammatori. Solo dopo potrà fare ritorno a casa, per poi ritornare la settimana successiva e controllare le condizioni generali, pianificando i tempi di recupero con la certezza di vederlo in sella già per il Gp del Portogallo. Lo aspetta un mese intenso in una lotta contro il tempo. Una Honda così forte e competitiva non capita spesso e lo zero rimediato da Stoner a Jerez può tenere aperti i sogni mondiali. L’ appuntamento è di quelli da non perdere per nessuna ragione, forza Dani!

Riccardo Cangini