F1, Alonso: “Dobbiamo tirare fuori tutto il nostro potenziale”

F1, Alonso carico – Ormai manca davvero poco al via della seconda prova stagionale del mondiale di F1 e per la Ferrari si tratta già di un appuntamento delicato. La prestazione di Melbourne infatti, con la Red Bull in grado di dominare e la Mclaren in totale rispolvero, hanno creato più di una preoccupazione ed allarme sia a Maranello che tra i tifosi visto che il gap prestazionale invece che ridursi è aumentato. Sul tracciato di Sepang quindi gli uomini in rosso sono chiamati ad un recupero, dimostrando che la 150° Italia non sia un progetto sbagliato in partenza: “Sono convinto che dobbiamo rimanere concentrati sul nostro lavoro e cercare di capire come tirare fuori tutto il nostro potenziale che, ne sono sicuro, è tanto” Afferma Alonso sul sito del cavallino.

Nuovi aggiornamenti – Gli obbiettivi sono già impostati ed ovviamente bisognerà impegnarsi per raggiungerli uno ad uno: “Sappiamo che dobbiamo migliorare il livello della nostra prestazione, ma siamo altrettanto consapevoli che il risultato della prima gara non è stato poi così disastroso.” Confermando poi l’arrivo di aggiornamenti: Avremo qualcosina di nuovo in macchina, ma nulla di particolarmente significativo o che ci possa far dire che questa o quella modifica siano la chiave per fare un salto di prestazione. Comunque è inutile star qui a fare previsioni su come andrà il weekend. Dobbiamo affrontarlo giorno dopo giornoPrendere di petto la sfida con calma e serietà, questa è la ricetta del campione del spagnolo.

Fattore pioggia – In Malesia però è tempo di monsoni e le condizioni atmosferiche giocheranno un ruolo chiave: “Il fatto che le condizioni meteorologiche cambino così velocemente rende più stressante la fase il lavoro in pista. Improvvisamente si passa dal sole ad uno scroscio di pioggia fortissimo ed è necessario essere preparati ad ogni evenienza. Non è un problema soltanto di noi piloti ma di tutta la squadra: bisogna avere piani B e C e forse anche D per i vari scenari” Non solo gli avvenimenti in pista quindi ma anche pericolosi ed intensi scrosci di pioggia che possono mutare velocemente la situazione. Certamente non sarà facile tornare a casa con un buon risultato, ma le possibilità per far bene vi sono. Vedremo se sapranno sfruttarle a dovere.

Riccardo Cangini