Giulio Golia aggredito: denunciato un uomo

 

Aggressioni vipGiulio Golia, camuffato da immigrato fuggito dal centro di accoglienza e identificazione di Manduria, si è finto profugo magrebino e chiedeva alla popolazione di Oria dell’acqua e dei vivere per affrontare un viaggio fino in Francia. L’obiettivo del servizio, preparato per il programma ‘Le iene show’, in onda l’altro ieri sera,su Italia1, era quello di raccontare le reazioni della gente del posto nei confronti degli immigrati in fuga.

Giulio Golia ha voluto dare un’immagine di una terra accogliente e solidale. Una realtà ospitale e generosa. Tutti si sono dimostrati molto accoglienti e premurosi, offrendo al finto-migrante pane, acqua, vestiti, soldi e buoni auspici per il suo tortuoso viaggio fino a Parigi. Tutti tranne uno. La zona era molto tranquilla, ma nelle campagne di Francavilla un imbianchino è uscito con un fucile sotto braccio sparando proprio contro la più famosa delle ‘Iene’. Giulio Golia non è stato raggiunto dai colpi, e subito l’uomo è stato denunciato alle forze dell’ordine.

I carabinieri di Francavilla Fontana, al comando del tenente Simone Clemente si sono mossi subito dopo la messa in onda del servizio, e hanno individuato repentinamente la casa da cui sono partiti gli spari. L’uomo, come detto è un imbianchino, risiede a Oria, un paese della provincia di Brindisi, e ha trentaquattro anni. E’ stato subito denunciato per detenzione, porto illegale di arma da fuoco e esplosioni pericolose. Le forze dell’ordine, oltre al filmato, si sono avvalse dell’aiuto dei residenti del paesetto, che hanno fornito indicazioni molto utili. Ora starà al magistrato inquirente, il pm Giuseppe De Nozza decidere se gli elementi raccolti siano sufficienti per il rinvio a giudizio a carico dell’indagato. Sicuramente un episodio sgradevole, che esalta ancora, nel 2011, un lato razzista, che prima o poi sarebbe meglio accantonare, al fine di evitare tragedie davvero inutili.

Tiziana Di Cicco