Inter, Leonardo: “All’Inter solo come allenatore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:19

Leonardo, Inter – Pare che Leonardo non voglia saperne di ricoprire il ruolo che per anni ha svolto al Milan. Adesso si vede solo come allenatore e non sembra intenzionato a tentare altre strade. Il tecnico ha poi difeso la squadra, attaccata e criticata da più parti dopo le recenti sconfitte contro Milan e Schalke 04.

Mai più dirigente – “Io sono arrivato qui per fare l’allenatore, quando finirà questo non ci sarà altro, non sono venuto per fare il dirigente” queste le parole di Leonardo alla vigilia del match casalingo contro il Chievo che hanno sorpreso l’Inter che non si aspettava un’uscita del genere. “Il presidente mi vede come dirigente? Lui mi ha visto per tanti anni come dirigente, perché quello sono sempre stato prima, ma io sono un allenatore ora“. Leonardo ha detto di aver avuto un incontro sereno col presidente Moratti dopo le cinque reti subite nell’ultimo incontro di Champions League: “l’incontro col presidente è stato tranquillo, non troppo perché venivamo da una sconfitta, però è stata una cosa positiva perché abbiamo analizzato l’ultima sconfitta, non tutto il periodo“. Leonardo ha quindi parole d’elogio anche per la pazienza dimostrata dal presidente Moratti, che non si è scomposto di fronte a due pesanti sconfitte consecutive: “dopo lo Schalke Moratti è stato molto bravo, forse io da dirigente lo sarei stato meno”.

La squadra va difesa – Tuttavia persona equilibrata Leonardo, che non si abbatte e non si esalta nell’alternarsi dei risultati, per questo ritiene eccessive le critiche rivolte alla sua squadra: “le critiche fanno parte del gioco, ci sono sempre state e ci saranno. Tutto viene vissuto in modo intenso e questo vale anche per gli elogi che spesso sono esagerati. Io non faccio drammi dopo una sconfitta e non mi esalto dopo una vittoria: cerco sempre di essere equilibrato“. Leonardo poi conclude con un pensiero sul momento della sua squadra: “tutte le squadre nel corso di una stagione possono passare momenti difficili, vince chi riesce a far sì che quei momenti non siano determinanti. Certo per l’Inter non è stata in generale un’annata facile, il percorso dei giocatori quest’anno non è stato facile. Nella partita contro lo Schalke ci sono però anche stati momenti di grande calcio”.

Rosario Amico

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!