Calciomercato Roma: Ancelotti: “Allenerò la Roma dal 7 Luglio. Non so di quale anno”

Roma, Ancelotti – L’imminente passaggio di proprietà sta facendo si che attorno alla Roma si concretizzino le più disparate ipotesi di mercato. Conti alla mano ad oggi sono circa cento i giocatori accostati alla società giallorossa, una ventina invece gli allenatori. Tra questi ultimi però c’è un nome che da anni incombe su Trigoria, si tratta di Carlo Ancelotti. Complice anche la pessima stagione del suo Chelsea (quarto in campionato, fuori dall’ FA Cup e con la qualificazione alle Semifinali di Champions messa a serio rischio dalla sconfitta interna nella gara d’andata dei Quarti contro il Manchester United) in molti pensano che a fine stagione avrà il ben servito da Abramovich.

Ma Ancelotti vuole restare – ‘Carletto’ da Reggiolo però per il momento smentisce ed afferma di voler rimanere almeno un altro anno a Londra: “Ora l’obiettivo è rimanere al Chelsea e l’anno prossimo allenerò qui“, anche se la panchina della Roma è nel suo destino: “Il 7 luglio, ma non si sa di quale anno, potrei allenare la Roma” dice ridendo a Mediaset Premium. E se fossi l’Inter a cercarlo?Se mi cercasse l’Inter le direi di no: ho una storia ben definita ed è difficile andarci contro” sostiene rivolgendosi forse indirettamente a quel Leonardo che per anni ha rappresentato un’icona milanista e che ora viene visto col fumo agli occhi dai tifosi del Diavolo.

Via a fine stagione? – Quando Ancelotti arrivò al Chelsea in molti videro questa scelta propedeutica alla vittoria della Champions League ed in molti oggi pensano che il futuro dell’allenatore emiliano dipenda proprio dal raggiungimento di questo traguardo: “Non penso che il club prenderà una decisione sul mio futuro in base al fatto che vinca o meno la Champions League. La società mi conosce molto bene, conosce il mio comportamento e baserà le sue decisioni su questo. Fino ad allora, mi appoggerà al 100%, non c’è alcun problema”. Esiste un problema Torres? “Non è un buon momento per lui ma ha l’appoggio di tutti”.

Simone Meloni