Dal 13 aprile la Casa del cinema di Venezia ospita la rassegna Notti disarmate

Una rassegna cinematografica per sviluppare le coscienze – La Casa del Cinema di Venezia ospita dal 13 aprile alle ore 20.30 la rassegna cinematografica Notti disarmate, ad ingresso libero.
L’iniziativa, organizzata dall’Ufficio di Servizio Civile del Comune di Venezia in collaborazione con la Casa del Cinema, ha lo scopo di sviluppare una maggiore coscienza civica, sociale e culturale attraverso l’arte cinematografica.

In programma sette film, che verranno proiettati ogni mercoledì (ore 20.30). Il primo lungometraggio che inaugura la rassegna è L’onda di Dennis Gansel. Il film racconta la storia di un professore di un liceo tedesco che stimola i propri studenti a promuovere codici collettivi di disciplina: il seminario prende una piega imprevista quando i ragazzi creano un movimento sempre più arrogante e aggressivo.
Il 20 aprile sarà poi proiettato il film L’estate di Kikujiro del regista Takeshi Kitano: a Tokyo, Masao parte alla ricerca della madre che non ha mai conosciuto. Ad accompagnarlo, per quanto inizialmente riluttante, sarà Kikujiro, uno yakuza perdente e invecchiato.
La settimana successiva, nella serata del 27 aprile verrà presentato Breaking Out di Daniel Lind Lagerlöf: una commedia svedese dedicata alla realtà del carcere. I film ha come protagonisti i detenuti di una galera di massima sicurezzache  si trovano a recitare un testo teatrale in cui si riflettono le loro esperienze.
Il 4 maggio gli spettatori potranno ridere con la commedia Be kind rewind del visionario regista Michael Gondry. Mike, il commesso di una videoteca, un giorno scopre che tutte le videocassette sono state smagnetizzate e, per non perdere clienti, assieme all’amico Jerry, gira una nuova versione delle pellicole.
Lebanon di Samuel Maoz, film vincitore della 66esima edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, sarà la proposta della serata del 11 maggio. Siamo in Libano in un avamposto bombardato dagli israeliani e la guerra viene vista da un punto di vista particolare: l’interno di un carro armato.
Il 18 maggio protagonista del programma sarà La vera storia di una falsa squadra di Uberto Pasolini: un gruppo di abitanti di uno slum di Colombo, in Sri Lanka, vedono, come una grande opportunità di cambiare il loro destino, un invito a partecipare ad un torneo di pallamano che si terrà in Baviera. La settimana successiva, il 25 maggio, la conclusione della rassegna con Mi chiamo Sam, film diretto da Jessie Nelson. Sam è un uomo con gravi problemi mentali che cresce la propria figlia grazie all’aiuto di un gruppo di amici. Poiché un’assistente sociale vorrebbe darla in affidamento ad una famiglia più adeguata, Sam si rivolge a Rita, madre e abile avvocato.
Per assistere alle proiezioni è possibile prenotarsi telefonando alla Casa del Cinema: 041 5241320.

Beatrice Pagan