Matrimonio Kate e William: ecco il programma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:52

 

Nozze reali – per chi ancora non lo sapesse il 29 aprile, nell’abbazia di Westminster, si celebrerà il matrimonio tra Kate Middleton e il principe William. L’attesa si fa sentire e tra montagne di gadget e primi litigi familiari, arriva la scaletta ufficiale dell’evento. La mattina si comincerà con un discorso dall’ufficio della regina, in verrà rivelato il titolo nobiliare che William e Kate assumeranno. Secondo Duncan Larcrombe, collaboratore del quotidiano ‘The sun’, potrebbero essere ‘il principe e la principessa’ di Clarence, o c’è la possibilità di poter diventare ‘il duca e la duchessa’, sempre di Clarence.

Si parte alle 08.30 con l’arrivo degli ospiti a Westminster Abbey, che saranno trasportati da delle navette, noleggiate appositamente dagli sposini per l’occasione. Come gli ospiti vip, che arriveranno per le ore 10.00. dopo quaranta minuti, quindi alle 10,40, arriverà la famiglia reale, la regina Elisabetta e il principe Filippo, in Rolls Royce. Alle 11,00, comparirà la sposa, Kate Middleton con cinque damigelle, per chi segue la diretta, che in Italia è affidata a LA7d, un addetto stampa rivelerà in diretta lo stilista dell’abito, che è ancora un mistero, anche se il più quotato pare essere Alexander McQueen. Alle 12.15, dopo la cerimonia, gli sposi si sposteranno a Buckhingham Palace, a bordo della carrozza, come da tradizione, per compromesso preso tra la sposa e la suocera, per le foto ufficiali e per un party organizzato dalla regina, con 650 ospiti. Alle 19.00, invece, si terrà una festa più riservata organizzata dal principe Carlo, che ha aiutato Kate a scegliere la musica per la cerimonia, con 300 ospiti.

 Molte le regole, ovviamente da seguire, come ad esempio, non vestirsi di bianco come la sposa, spegnere il telefonino, tenere come si conviene la tazza di té. La casa reale ha redatto una piccola guida di 22 pagine, che ha già distribuito ai 1900 invitati alle nozze. Una giornata davvero da non dimenticare, per lo meno se si ricorderà tutto sarà utile per non fare figuracce.

Tiziana Di Cicco